Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0036-036 vdp-03 v-2a hp0053 barche-tirate-a-secco L'ingresso pricipale delle grotte di Pilato presso il porto

Ponza Sprinters Olympics, sull’isola le Olimpiadi dei giovani Erasmus

Condividi questo articolo

riprendiamo da h24notizie.com del 3 luglio e integralmente pubblichiamo 

.

Il Comune di Ponza e la Polisportiva Ponza, insieme alla città di Cullera in Spagna, con l’Università di Valencia, con il Natural Park di Burgarka, partecipando al bando Erasmus Plus, il programma europeo per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport, si sono collocati al primo posto nella classifica dei partecipanti, con punteggio di 96 su 100.

Sprinters Olympics è un progetto europeo che coinvolge Istituzioni di 5 Paesi europei. Italia, Spagna, Bulgaria, Lettonia e la Francia tramite la Corsica.

Ogni Nazione, attraverso le città che hanno aderito al consorzio, durante i due anni appena trascorsi ha organizzato una serie di incontri a tema, gare e meeting con l’obiettivo principale di coinvolgere le comunità locali, in attività sportive all’interno di aree naturali protette, permettendo loro la fruizione di zone naturali spesso lasciate fuori dal circuito di interesse della cittadinanza e delle istituzioni.
Questo progetto europeo ha inteso sviluppare un vero e proprio management sportivo delle aree protette attraverso un network internazionale, al fine di coniugare i benefici dell’attività sportiva con il rispetto dell’ambiente.

Arriveranno quindi a Ponza non solo atleti dalle cinque Nazioni che hanno aderito al progetto, ma anche dalla provincia di Latina in rappresentanza dell’HUB (consorzio delle associazioni sportive).

Ponza Sprinters Olympics si svolgerà sull’isola di Ponza dal 1° al 4 ottobre 2018.

Sarà una kermesse per la quale il Comune di Ponza attraverso il delegato Luigi Pellegrini e la Polisportiva Ponza con Ferdinando Femiano in modo convinto e sinergico, potranno dimostrare che, in un ecosistema al centro del mar Tirreno, circondato dal mare e a 35 miglia dalla costa, si potrà incastonare una manifestazione ricca di significato e di fascino.
Luigi Pellegrini rivolge l’invito a tutte le Autorità e alle associazioni sportive, che intendano realizzare attività sportive all’interno di aree protette naturali come luoghi da riscoprire.
“Promuovere la pratica dello sport in aree naturali protette all’interno di una rete internazionale e incoraggiare la dimensione economica dello sport creando giovani imprese e nuove opportunità di lavoro per i giovani. Questo è il nostro obiettivo”

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.