Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-11 p-18-3di4 m2-8 0011-0002-03 corrida19 aragoste

Una piazza per Cilormo Calisi a Tortolì

Condividi questo articolo

ripreso da un comunicato del comune di Tortolì a cura della Redazione

 

Una piazza che porta il nome di un nostro compaesano che tutti noi conoscevamo come Cilormo Calisi – in realtà si chiamava Silverio – dedicata dal comune in cui è vissuto per gran parte della sua vita e dove abitano i suoi eredi.
L’avevamo ricordato sul sito alcuni mesi fa con uno scritto di Paolo Iannuccelli che riprendeva una famosa intervista a “La Stampa”.

E’ stata intitolata ieri sera a “Silverio Calisi, noto come Zio Cilormo”, la piazza che si affaccia su via Porto Frailis, alla presenza del Sindaco Massimo Cannas e degli amministratori comunali, del comandante del Porto, Tenente di Vascello, Antonello Fava, dei familiari e di tantissimi arbataxini. La cerimonia è avvenuta in occasione dei festeggiamenti di San Silverio, a cui signor Calisi era molto devoto. A benedire la targa della piazza che da ieri porta il suo nome, il parroco don Piergiorgio Pisu.


Conosciuto da tutti come il “pescatore guaritore” per il suo dono speciale, Zio Cilormo, nella sua lunga vita (si è spento all’età di 94 anni), ha alleviato le sofferenze dovute a malattie della pelle a tantissime persone. Per questo suo dono era conosciuto anche oltre i confini regionali.
Il sindaco che ha ringraziato i familiari per aver accolto e permesso questa titolazione, ha sottolineato la volontà dell’amministrazione di lasciare un segno del passaggio del signor Calisi dedicandogli questa piazza, vicino a una scuola, a testimonianza per le future generazioni di un uomo dai profondi valori, un infaticabile lavoratore, caratterizzato da grande bontà e generosità che ha regalato il suo dono a tantissime persone senza mai ricevere alcun compenso, ma guidato solo da un atto d’amore.


I festeggiamenti della festa di San Silverio, organizzati dal comitato Stella Maris, sono proseguiti con la processione per le vie del borgo con il simulacro del Santo accompagnato dalla banda musicale di Nurri e dai gruppi folk Sant’Anna di Tortolì, Nostra Signora di Monserrato di Bari Sardo e Lotzorai.
Dopo la celebrazione della Santa Messa nella caletta Genovesi, si è tenuta la suggestiva processione in mare seguita dalle barche.

Il sindaco a nome dell’amministrazione esprime un sentito ringraziamento alla presidente del Comitato Stella Maris, Alessandra Useli, e a tutti i componenti, che con grande spirito di dedizione tengono vive le tradizioni del borgo.

https://www.facebook.com/comuneditortoli/videos/1893396514060502/?t=69

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.