Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-07 e-08 f8-19a s-06 s1-23 f-04

Epicrisi 175. Ponza – Resto del Mondo

Condividi questo articolo

di Sandro Russo

.

Chissà se qualcuno ricorda una sfida d’altri tempi, quando la potenza (calcistica) inglese – almeno pari alla sua supponenza – era talmente affermata da poter pensare anche solo possibile una disfida Inghilterra – Resto del Mondo…

Stadio di Wembley (1963): amichevole Inghilterra – Resto del Mondo. I giocatori inglesi applaudono la rappresentativa internazionale che entra in campo

Per i curiosi che vogliono sempre sapere “come va a finire”… la sfida effettivamente si fece, nel 1963 e vinse l’Inghilterra per 2 a 1.

Mi è venuto alla mente questo (sproporzionato) paragone quando ho dato una scorsa ai titoli e agli argomenti della settimana sul sito.

Perché sì, il mondo può girare come gli pare, ma l’Epicrisi riguarda e si fa sugli articoli del sito che, a seconda delle settimane, può registrare l’en plein di nostalgia, o i battibecchi sull’ultima malefatta dell’amministrazione di turno o – più raramente… ’a speranza! – librarsi sulle ali della poesia.

Così questa settimana dobbiamo registrare, dagli articoli e dai commenti, una preminenza di argomenti “politici” e generali sulle querelle locali… Resto del Mondo in vantaggio, per ora.

Maestro di agit-prop (Agitazione & Propaganda) è Vincenzo Ambrosino che ha il grande merito di tirar fuori argomenti urticanti e suscitare discussioni anche aspre, alle quali neanche gli isolani dovrebbero rimanere indifferenti (ma ci riescono, signora mia… ah, se ci riescono!).
Poi magari ognuno rimane della sua idea, ma intanto ci si è informati, confrontati, espressi

Vincenzo ha aperto i giochi con La generazione degli anni ’70/’80 vuole governare l’Italia, da qualcuno bollato come un vero e proprio manifesto “grillino”… E nei commenti se ne sono lette delle belle, tanto che Sandrone ha sbottato: Allora contiamocela tutta!, mentre Giuseppe Mazzella da Ischia proponeva un articolo dal Corriere della sera con una specie di scheda dei tre “giovani” leader che ultimamente stanno scoraggiando e blandendo l’Italia (Accoro-&-Consolo s.r.l.).

Scard’i fuoco nei commenti pubblici (sul sito) e privati, perfino nei parlamentini di noti ritrovi sediziosi isolani, dove talvolta la mattina si portano gli articoli di Ponzaracconta stampati, da leggere in pubblico, tra un cappuccino e un cornetto, un caffè e il primo ‘bicchierino’ della giornata.

Ponza – Resto del Mondo con punteggio totalmente a sfavore dei “nostri” anche per quanto riguarda la comunicazione.
Siccome una parte consistente del mondo pensa che si è come si appare, non possiamo non prendere atto che la punta di diamante della cultura della nostra provincia è il paesino di Cori (Cori caput mundi… etiam Roma per secundam); lì si tengono iniziative benefiche, promozioni museali, presentazioni di dipinti e letture.
…E da noi niente?
È un problema di comunicazione, di iniziative o di museo (che non c’è)? Probabilmente tutti e tre.

Panorama di Cori. Cos’ha più di Ponza?

Assente Ponza – il più delle volte – anche alla consultazione quotidiana della stampa on-line e cartacea (Latina Oggi), opera meritoria della Redazione non foss’altro che per l’overdose giornaliera di brutture che si leggono: crimini piccoli piccoli, aggressioni e minacce, raggiri e maldicenze di sedicenti politici, frodi alle assicurazioni e incidenti di ubriachi al volante, depositi di immondizia lungo le strade o dove capita… meglio non continuare l’elenco.
Poi non veniteci a dire che diamo la preminenza alle attività ricreative e culturali: è l’unica cosa che si può leggere senz’i se fa’ ’u core pitt’ pitt’!

D’altra parte, nella Rassegna Stampa on-line di venerdì 18 maggio, non ci è sfuggita la notizia che Gianluca Di Fazio, fotografo di Gaeta (…una scoperta per noi!), “venerdì 25 maggio sarà ospite dell’Istituto Tecnico per il Turismo Carlo Pisacane di Ponza, per incontrare gli studenti delle cinque classi che formano la scuola superiore”.

Tra le altre notizie interessanti riportate (mercoledì 16, a pag. 27 di LT Oggi), c’è la coltivazione, in provincia, del cosiddetto “limone caviale” (Citrus australasica), agrume spinosissimo dai frutti con grani così piccoli che spiegano il nome.

Ne abbiamo parlato qualche anno fa con Biagio Vitiello che se ne è procurato un esemplare, ma dopo i primi due anni non gli ha fatto più frutti.
…Danci sotto, Citrus spinoso del cavolo… che con l’incoraggiamento di Ponzaracconta ce la puoi fare!

Invece Ponza c’è… e si vede bene, in due pubblicazioni proposte in settimana: un libro fotografico della ‘nostra’ Federica Di Giovanni [notevole il video, sul sito, corredato da una suggestiva colonna sonora di vento, sax e latrati di cani… Isole d’inverno! No?].

…E in una guida delle isole che sicuramente farà alzare il sopracciglio ai puristi (isole pontine o ponziane?)

Ancora c’è Ponza… in una cronaca minimalista isolana di Franco De Luca.
…Nel dotto saggio di  Sang’ ’i Retunne su: “antropologia pecoreccia & dialetto”.
…E infine nell’articolo di Silverio Guarino, ultimo arrivato, per chiudere in bellezza con il manifesto di Peter Pan, che a guardar bene in fondo (…ma proprio in fondo) racchiude l’anima nascosta di Ponza (…e di tutti noi).
…’A speranza!

Buona domenica con Ponzaracconta..!

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.