Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0020-020 sm-03 k2-34 l-08 100 49

’U dialetto… ’u dialetto

Condividi questo articolo

di Francesco De Luca

 

Proponiamo come articolo a se stante uno scritto di Franco De Luca, nato inizialmente come commento, per l’interesse e le problematiche che sottende, sperando che possa essere un filone di interesse per i nostri lettori e arricchirsi dei loro contributi.
La Redazione

Il dialetto vanta un’attenzione anche a livello nazionale. Cade in gennaio la ricorrenza di un incontro, realizzato dall’UNPLI (Unione Nazionale ProLoco d’Italia), a Roma, per la premiazione di talune produzioni in dialetto.

La ProLoco di Ponza alcuni anni fa mi invitò a partecipare. Vi inviai, seguendo la procedura, il libricino Racconto i proverbi di Ponza e il seguente anno l’ultima mia raccolta di poesie ponzesi: Patelle muntagnole.
Ebbi un riscontro tramite mail, null’altro. Trovai strano che l’operazione di partecipazione fosse a carico del privato e non della ProLoco del posto. Non approfondii e non vi ho più partecipato.

Trovo l’iniziativa della ProLoco di Formia, evidenziata da Enzo Di Fazio (“La giornata nazionale del dialetto…”) meritevole e non nascondo che proporla anche a Ponza sarebbe interessante.
In Ponza ci sono cultori del dialetto: Sang’ ’i retunne gode di fama palese, ma c’è anche Alfredo Scotti, il marito di Irma Zecca che scrive in dialetto e partecipa a gare nazionali, c’è anche Silverio Lamonica…

Potrebbe essere un impegno per la Redazione di Ponzaracconta sia perché il Sito è l’organo più utilizzato (anche da me) per esternare le creazioni in vernacolo, sia perché esso ha come scopo “da statuto” quello di conservare e promuovere il patrimonio culturale dell’isola.

Non vorrei apparire come quello che butta soltanto il sasso. Io, è chiaro, sono pronto sia per progettare sia per realizzare tale proposito.
L’iniziativa potrebbe interessare anche le Scuole. Insomma potrebbe rappresentare un evento culturale di spessore.
A significare che l’inverno può trovare una sua vitalità sull’isola.

 

Aggiornamento del 3 febbraio relativo al commento di Sandro Russo (cfr)

Locandina, retro del dvd e trailer del film “Incantesimo napoletano”

.

.

Condividi questo articolo

1 commento per ’U dialetto… ’u dialetto

  • Sandro Russo

    Qualcosa nell’articolo o forse in generale il tema del dialetto mi hanno ricordato lo spassoso e surreale film d’esordio (2002) di Paolo Genovese poi “esploso” con Perfetti sconosciuti (2016) e The Place (2017): Incantesimo napoletano (scritto e co-diretto con Luca Miniero). La storia, ambientata a Napoli, della piccola Assuntina che, benché nata in una famiglia napoletana, crescendo inizia a parlare con uno stretto dialetto milanese e a mostrare predilezioni contro natura (napoletana). La strana anomalia getta la famiglia nella disperazione e vani risultano tutti i tentativi di correggerla, incluso un “soggiorno di studio” a Torre Annunziata, dagli zii popolani che parlano solo in dialetto molto stretto.
    La locandina e il trailer del film nell’articolo di base.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.