Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

vip nip q-36 v4-10a gs lamonica-03

The Harvest. Un docu-musical sugli immigrati sikh delle campagne pontine

Condividi questo articolo

riceviamo in Redazione e pubblichiamo

 

Sono stato ospite per circa un mese di una famiglia sikh al mio primo soggiorno a Londra, nei primi anni ’70. E’ stato lì che ho conosciuto questo popolo gentile e tollerante, ospitale e generoso. Nella loro casa ho avuto il mio primo apprendistato con le spezie indiane e da lì, credo anche, sia nato lo stimolo a conoscere meglio l’India; curiosità che mi ha portato poi negli anni successivi molte volte in quel  grande paese, di mille culture, tradizioni e religioni…
In seguito ho appunto imparato che i sikh – gli indiani dal turbante – sono una minoranza etnica e religiosa sostanzialmente localizzata nel Punjab, una regione del nord-ovest dell’India, a sua volta spartita tra India e Pakistan…
S. Russo

Qui di seguito tre immagini essenziali per la localizzazione geografica:

 

The Harvest. Hardeep Kaur di Cori è la protagonista del docu-musical di denuncia del caporalato nell’Agro Pontino
Comunicato Stampa inviato da Marco Cristaldi 

Guarda qui il trailer da YouTube:

.

.

Hardeep Kaur, 30 anni, italiana di seconda generazione, nata e cresciuta a Cori (LT), figlia di genitori indiani arrivati in Italia nel 1979, è la protagonista femminile di The Harvest (il raccolto) docu-musical di inchiesta e denuncia a sfondo sociale, realizzato dalla casa di produzione bolognese SMK Videofactory, attraverso il crowdfunding, in collaborazione con la Cooperativa InMigrazione, la regia di Andrea Paco Mariani e distribuito da Distribuzioni dal Basso/OpenDDB.

Si tratta del primo video-racconto della vita delle comunità Sikh dell’Agro Pontino e del loro rapporto con il mondo del lavoro, dove gli uomini soprattutto vengono impiegati come braccianti agricoli. Agli ordinari episodi di sfruttamento, vessazione e umiliazione – caporalato, cottimo, basso salario, violenza fisica e verbale – si aggiunge il dilagante fenomeno dell’uso di sostanze dopanti per sostenere i faticosi ritmi imposti nei campi.

La questione è affrontata in una forma artistica innovativa, di ricerca musicale e cinematografica, che coniuga lo stile del documentario con quello della fiction e del musical, per descrivere, senza toni retorici o didascalici, una realtà brutale, che tende a nascondersi nelle pieghe della quotidianità in tutta la penisola. Le interviste sul territorio, a lavoratori e operatori del settore, sono accompagnate dalle coreografie del bhangra e delle altre musiche e danze tradizionali punjabi.

The Harvest è anche un esperimento narrativo in cui il cast interpreta se stesso. Hardeep Kaur è realmente una mediatrice culturale per indiani per conto di FLAI CGIL Latina. La sua storia si intreccia con quella di Gurwinder Singh, venuto dall’India a lavorare nelle aziende agricole pontine per pochi euro al giorno. Marco Omizzolo, sociologo e giornalista, ricercatore e attivista, è invece colui che porta all’attenzione pubblica le testimonianze di questo esercito silenzioso.

Il film, girato nei comuni di Latina, Sabaudia e Nettuno, tra gennaio e settembre 2017, è già stato premiato allo HumanDoc Film Festival di Varsavia, al Delhi International Film Festival, all’International Documentary Filmfestival Amsterdam. Dopo il sold out delle prime nazionali di Brescia e Bologna, inizierà il tour nelle sale italiane a febbraio.

Nel Lazio arriverà il 16 febbraio, alle 18:30, al Multisala Corso di Latina e il 17 febbraio, alle 19:00, a Roma, al Cinema Apollo 11.

A seguire, alcune immagini dal film:

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.