Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-07 u-30 28-07-2005-0-18-15_0000 k2-21 4_g-20091209221925 corrida6

Il Nuovo Teatro Ponzese con lo spettacolo “Il morto è vivo”

Condividi questo articolo
di Martina Carannante
 –
Si è conclusa ieri sera la rassegna teatrale di tre giorni del Nuovo Teatro Ponzese. Quest’anno i teatranti isolani hanno portato in scena l’opera di Oreste De Santis intitolata “il Morto è Vivo” una commedia moderna mai presentata prima a Ponza.
Il gruppo del Nuovo Teatro Ponzese che negli ultimi anni aveva portato in scena la commedia napoletana di Scarpetta, per questo 2018 ha optato per una commedia moderna e che tocchi argomenti importanti come la depressione ed il disagio sociale che essa comporta. Così come in molte commedie napoletane troviamo presente lo “spirito” Zazzà impersonato da Luigi Pacifico un ruolo particolare e di difficile interpretazione perché quasi sempre sulla scena, ma con forte interazione solo con Fortunato (Silverio Scotti) con il compito di farlo diventare pazzo!
Ritornano in scena Vincenzo Aprea, dopo anni di stop in una piccola parte non recitata, ma di forte espressività, come amante di Letizia (Lia Di Meglio) e Lucia di Meglio nei panni del commissario Castaldo (Lucia lo scorso anno era già tornata in scena con una piccola parte) e il piccolo Guido Scotti, figlio d’arte di Silverio e Franca, che interpreta Luca, il figlio di Fortunato e Letizia.
Tante conferme nel cast di attori dai più giovani Menichelli ed Andreani a Maddalena del Ponte, Orlando, Antonietta Aroma, Monica Villone e Gabriele Scotti.

Tre date che hanno portato fuori casa tantissimi ponzesi e sviluppato la curiosità di qualche villeggiante ed hanno riempito oltre il limite della capienza la sala Pisacane.

Grande impegno da parte di tutti i teatranti che come ogni anno sono stati impegnati nel periodo natalizio a portare allegria e spensieratezza, seppur per qualche ora, spesso sottraendosi alla famiglia ed altri impegni; importante è il rinnovare un ringraziamento speciale, ricordato ad inizio spettacolo anche da Polina, a Gabriella Marino che per ben due volte ha dovuto rifare la scenografia deturpata.

I nostri teatranti continueranno la tournée nelle isole Ponziane (Ventotene) ed in continente; il nome di Ponza è anche nelle loro mani e siamo certi che lo porteranno sempre più lontano!
Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.