Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-04 e-07 k2-20 t6-23 9 13

Concerto dell’Epifania e Bacio del Bambinello a Giulianello di Cori

Condividi questo articolo

riceviamo in Redazione e pubblichiamo

 

Il programma del fine settimana

Il 5 gennaio, alle ore 21:00, nella Chiesa di San Giovanni Battista il concerto delle corali polifoniche “Schola Cantorum” e “Free voices in love”. Ingresso ad offerta libera e ricavato destinato al restauro della Chiesa.
Il 6 gennaio, dopo la messa delle 10:30, la processione. Dalle ore 15:30 il tradizionale “Bacio del Bambinello”.
A piazza Umberto I allestito il grande presepe.

Venerdì 5 gennaio, alle ore 21:00, nella Chiesa di San Giovanni Battista, a Giulianello di Cori (LT), si terrà il consueto “Concerto dell’Epifania”, che vedrà esibirsi due delle migliori corali polifoniche laziali: quella locale “Schola Cantorum”, curatrice e promotrice della manifestazione, e quella capitolina “Free voices in love”, ospite straordinaria della serata, alla sua prima volta nel borgo lepino.
La “Schola Cantorum” è il coro parrocchiale giulianese fondato nel 1994 da don Antero Speggiorin per curare il canto nella liturgia. I cantori non sono professionisti, ma portano avanti l’impegno con fede, passione e spirito di comunione, prestando servizio in parrocchia con costanza e dedizione.

Corale polifonica “Schola Cantorum”

Proporranno una selezione di brani del repertorio liturgico di grande bellezza e forza, con l’intervento di incantevoli voci soliste.
Il gruppo “Free voices in love” di Roma è un coro gospel che propone brani dal fascino intramontabile e dall’energia unica, attivo anche nel sociale. È diretto dalla cantante e vocal coach Elsa Baldini, concertista solista e collaboratrice di artisti come Max Gazzè, Andrea Bocelli, Francesco De Gregori e Gigi Proietti. L’arrangiamento dei pezzi è di Muzio Marcellini, musicista e arrangiatore.

Ensemble “Free voices in love” (coro gospel)

L’ingresso è ad offerta libera. Il ricavato è destinato alla raccolta fondi per il restauro della cinquecentesca Chiesa di San Giovanni Battista, luogo sacro di notevole rilevanza storica ed architettonica, ma anche simbolica per tutta la comunità di Giulianello. Si tratta infatti dell’unica parrocchia giulianese, intorno alla quale si è sviluppato l’antico Castrum Julianum.


L’evento, in un’atmosfera suggestiva di raccoglimento e pura gioia, aprirà i festeggiamenti del 6 gennaio che vedranno protagonista la dedizione popolare e l’adorazione dell’immagine prodigiosa di Gesù Bambino, scolpita nel XVI secolo da un devoto francescano sul legno d’ulivo del Getsemani, custodita in una cappella della Chiesa e benedetta da Giovanni Paolo II il 2 dicembre 1998.

Le sante messe verranno celebrate alle ore: 08:30, 10:30 e 17:30.
A quella delle 10:30 seguirà la processione della statuetta per le vie del paese, portata in spalla dagli storici Incollatori, come dal 1798.
Dalle ore 15:30 il tradizionale Bacio del Bambinello. A piazza Umberto I si potrà godere del suggestivo grande presepe, opera di alcuni giovani parrocchiani, ricco di effetti, statue in movimento, cascata, suoni e musica.

Chiesa S. Giovanni Battista (foto Ivo Fanella)

Marco Castaldi
Ufficio Stampa & OLMR
ufficiostampamarcocastaldi@gmail.com (+39 389 626 0316)

 

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.