Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0040-040 i-34 s-01 m2-10 corrida16 sl372221

Gennaio

Condividi questo articolo

proposto e tradotto da Silverio Lamonica

.

Navigando in internet alla ricerca, come al solito, di poesie in lingua inglese relative al periodo stagionale, in questo caso il mese di gennaio, mi sono imbattuto in un sonetto scritto da Dante Gabriel Rossetti (1828 -1882) pittore e poeta britannico, appassionato di Dante e del Dolce Stil Novo, tanto è vero che è stato uno dei più importanti traduttori in lingua inglese di “La Vita Nova” e di gran parte della poesia “stilnovistica”, tra cui il seguente sonetto:

Di gennaio

di Folgòre da San Gimignano

I’ doto voi del mese di gennaio
corte con fuochi di salette accese,
camere e letta d’ogni bello arnese,
lenzuol di seta e copertoi di vaio,

treggea, confetti e mescere a razzaio,
vestiti di doagio e di racese;
e ‘n questo modo stare alle difese,
muova scirocco, garbino e rovaio;

uscir di fuor alcuna volta il giorno,
gittando della neve bella e bianca
alle donzelle che saran d’attorno;

e, quando la compagna fosse stanca,
a questa corte facciasi ritorno,
e sí riposi la brigata franca.

Folgòre da San Gimignano (pseudonimo di Jacopo di Michele – 1270 – 1332) poeta toscano cui vengono attribuiti 32 sonetti che trattano per lo più di scene di vita borghese nei vari periodi dell’anno. Nelle prime due strofe del sonetto in esame, il poeta in sostanza dice: “In gennaio vi regalo una festa allietata da sterpi accesi, camere da letto confortevoli e ben fornite di lenzuola di seta e coperte pregiate di pelle di vaio, dolciumi e vino da mescere, vestiti di lusso, così potete stare ben riparati dai venti di scirocco, libeccio e tramontana”. Nelle due terzine successive descrive qualche scena di vita spensierata: “gittando della neve … alle donzelle” e infine l’allegra brigata stanca si ritira.

In fondo, dati i tempi che corrono, il sonetto è di buon augurio, non solo per il mese di gennaio appena iniziato, ma per l’intero nuovo anno.

Ed ecco, per i nostri concittadini in USA, Gran Bretagna e dintorni, la versione in inglese di Dante Gabriel Rossetti

For Januay

by Dante Gabriel Rossetti

For January I give you vests of skins,

And mighty fires in hall, and torches lit;

Chambers and happy beds with all things fit;

Smooth silken sheets, rough furry counterpanes;

And sweetmeats baked; and one that deftly spins

Warm arras; and Douay cloth, and store of it;

And on this merry manner still to twit

The wind, when most his mastery the wind wins.

Or issuing forth at seasons in the day,

Ye’ll fling soft handfuls of the fair white snow

Among the damsels standing round, in play:

And when you all are tired and all aglow,

Indoors again the court shall hold its sway,

And the free Fellowship continue so.

Author of original:
Folgore da San Geminiano

BUON ANNO NUOVO A TUTTI …

A VERY HAPPY NEW YEAR TO EVERYONE!

Silverio Lamonica in condivisione con www.buongiornolatina.it

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.