Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0028-028 i-09 ernesto-a 22 28 99a

Tutto compreso

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne

 

Sang’ ’i Retunne – Assuntina, ma è vero che vi andate a fare Capodanno fuori?
Assuntina – E chille Giggine accussì vo’! Ha ditto che non può iniziare l’anno nuovo guardanne i stessi facce ’i chist’anno. Nun ci’ha fa propiete!

SR – A sì? Allora… Anno nuovo, vita nuova!?
As – Sì sì, ha ditto accussì che s’addeprime quanne ve vede.

SR – A sì? Quindi pure io lo deprimo?
As – Secondo me pure tu stai tra i depressori.

SR – Ah! Buono a sapersi!
As – Mo’ t’arraccumanne… vancell’a dicere accussì m’accide!

SR – E dove andate di bello?
As – A Parmarola.

SR – Assunti’, ma tu che dici? A Palmarola… a fa’ che?
As – E ’i che stamme parlanne? A fa’ Capodanno.

SR – Ma perché… che stanno organizzando pure là il veglione? Un altro?
As – Sì sì. Tu nun saie niente? Accà oramaie è tutte ’nu sveglione. Nun s’accapisce chiù niente!

SR – Per me è una grande novità. Dai raccontami tutto. Capodanno a Palmarola è fenomenale.
As – Uée..! Ma tu a chi vuo’ fa’ passa’ ’nu ’uaie? Fattelle arraccunta’ ’a Giggino, va’ va’.

Qualche ora dopo

SR – Giggi’, allora vai a fare Capodanno fuori?
Giggino – Ecco qua! Hanne menate ’u banne!

SR – Ma daaai… a me che ti sono amico me lo puoi dire. Potrei pure accompagnarti..!
Gg – Essì! E bbrave! Accussì pure a Capodanno te tenghe ’ndi piede.

SR – Bell’amico che sei. Allora dove andrai a passare la mezzanotte… su, dimmelo.
Gg – Passarraggie ’a mezzanotte a miezzeiuorne!!

SR – Mo’ ti metti a fare pure gli indovinelli?
Gg – Ma ch’he capite? ’Ndu ruttone ’i miezzeiourne a Parmarola… Là se stanne organizzanne cose in grande.

SR-  ’Ndu ruttone ’i Palmarola? Ma dai!
Gg – Azz, no? Allora: antipastooooo… di cielo, di terra e di mareeee

SR – Sì, stiamo a Piazza Venezia… ce mancano sule i camice nere.
Gg – Po’, retunne alla fiamma bicolore…

SR – Nunn’era tricolore?
Gg – Ce sta a crisi….’u risparmio ce vo’!  

SR – Ah ecco! E po’?
Gg – Mulegnane alla partigiana.

SR
– Giggì’, si dice alla parmigiana..!
Gg – Strangulaprievete… d’i Forne, castagne al rum infarcite di babà alla culera…

SR – Azz! E quanto costa questo menù?
Gg – Compreso il biglietto del trenino lillipuziano, due copertoni di salvataggio, un abbonamento serale per il cesso portatile, due fuochi d’artificio a bocca, quattro mattonelle senza cazzatelle, doie butteglie ’i rum svizzero ch’a matricula abbrasa, duie chile ’i sale ’i Vientutene… 8 euro a testa. Tutto compreso.

SR – Ma daaiii. Accussì poco? Secondo me ce sta ’na truffa.
Gg – Macché! Ce sta pure uno tutte pelate, ch’all’uocch’i pazze e ’nu sigarie ’mmocca che ha ditto: “Ahoo, brutti cafoni, venite co’ me che ve sistemo io pe’ ’e feste! Basta poco… ed è tutto compreso”.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.