Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0034-034 a-21 fl-02 25 39 73

La danza degli auguri di Natale

Condividi questo articolo

a cura della Redazione

 

Sempre graditi gli Auguri. Dai nostri amici, collaboratori, simpatizzanti, da persone che vediamo /sentiamo / leggiamo spesso e da quelli che non si fanno vivi da tanto tempo. Anche da sconosciuti che, per diverse vie giunti al sito, hanno imparato a conoscerci e ci seguono.
Raccoglieremo in questa vetrina gli Auguri che ci arrivano, aggiornandola con quelli dei prossimi giorni…

Un grazie a tutti da parte della Redazione di Ponzaracconta che sentitamente ricambia.

***

Gli auguri di Eduardo Filippo (cliccare per ingrandire)

***

Buon Natale a tutti voi di Ponzaracconta, da Lido Chiusano

***

Ricambio e moltiplico gli auguri a voi tutti, naturalmente a modo mio. Buon Natale! Luisa Guarino

***

Un caro abbraccio a tutti della redazione e tanti cari auguri di buon Natale e soprattutto felice e sereno Anno Nuovo. Pasquale Scarpati

Buon Natale
Nel tepore
Degli affetti

Gli affetti
Provocano
Tepore

Le allegre
Sonore
Parole
I baci
Veloci
Si dileguano
Nel vento

Rimane
L’abbraccio
Stretto
Caldo
Avvolgente
Nel tempo
Nello spazio

E’ il Natale
Di tutti
E per tutti.

                                 [Pasquale]

***

Da Adriano Madonna
Invio una foto particolarissima per fare gli auguri di Natale a tutti gli amici di “Ponzaracconta”. La scattai tanti anni fa all’Argentario.
Mi avevano promesso di portarmi a vedere un presepe subacqueo davvero speciale. Di presepi subacquei ce ne sono tanti, ma in quello che andai a vedere una “famigliola” di cavallucci marini era entrata nella grotta della Natività e ci si era trovata talmente bene che vi trascorse tutte le feste di Natale
Mi incantai davanti a questa immagine, poi il lampo del flash e… buon Natale
Adriano


***

2017 – ’18. Gli Auguri di Dante Taddia

Sempre all’Africa legato!
E’ da ’sto nero continente,
che st’augurio vvie’ mannato
dar Taddia all’antra ggente. 

Cosa vecchia  è, car’amico,
che sempre sia ’n origginale;
stavorta è ddar Mozzambico
a divve a tutti Bbon Natale.

’Na povèsia ho preparato
ripartita co’i commenti:
er titoletto ci ho ’mpostato
Pp’esse ai fatti’n po’ più attenti.

Il commento
I tempi so’ piu’ neri e cupi,
l’amore poi se l’è scordato,
er peggio lupo fra li lupi
l’omo, bbestia è adduventato.

Ndo’ va a nasce er Bambinello?
Drent’n mucchio de monnezza
che dde botto ’o cambi in bello?
Mma de questo ’n c’è certezza,

o tra ’n bue e ’n asinello
che dde “cippe” hanno formato,
e nun sa si è questo o quello
ch’a la fine l’ha scallato?

O ppe’ da’ all’omo er contentino?
Solo ’n giorno drent’all’anno
s’aricorda der Bambino,
d’esse bbono e nun fa danno.

Amara conclusione
Poro ciccio! Lassa perde
St’omo rio pe’ gnente vale!
S’e magnato tutt’ar verde
e ha scancellato la morale.

E poi so’ troppe le dimanne!
Er romanesco lo capisci:
“Pijia tutti e ’n mucchio fanne
e cor foco li sbianchisci”

La speranza
Come dici? Parla chiaro…
Voi fa’ gnente de ’sto atto,
nun voi esse troppo amaro,
anche si andrebbe fatto. 

Quante vorte io t’ho ‘ncontrato
all’Aracoeli. E dda romano
li scalini ho consumato
ppe’ toccatte co’ le mano

Antri millanta l’hanno ascesi
Ma er bacetto hanno scordato.
Loschi ‘mpegni se so’ presi
e pelo ar core hanno piantato.

Quindi dichi che ’n c’è speme?
(Ma si ai fattaccci rimediamo,
e li casini più nun famo,
e ’n solo a Roma l’applicamo
ma a tutt’er monno dichiaramo

de fa’ conta’ solo che… AMO)
Fra dde noi voi nasce ancora?
La risposta a noi ce preme
Dicce sì, anch’a fin d’ora!

                             [Dante 2017]

 Ppe’ chi nun lo sapesse o nun se l’avesse mentovato so’ romano e puro poveta.
…e che il Nuovo Anno 2018 sia veramente un ANNO BUONO.

***

Da Tea Ranno
Il mio augurio per le feste.
Tea

“Innamorati” mi disse “di quello che fai, di quello che scrivi, della vita che vai vivendo, degli zoccoli appesi al muro, del gatto che soffia la sua impazienza, delle virgole che ti cascano dai capelli, del buio e del silenzio, del sole che arde, di chi ti sorride, di chi ti chiama anche solo per dirti: “Passa una buona giornata”, di chi ti mostra una strada, di chi s’accorge della tua vecchiaia e l’accoglie come dono che ti passa addosso lasciandoti i suoi segni.
Innamorati dell’amore, solo così lo potrai raccontare. E pure dell’acqua, innamorati, della foglia che cade, dei germogli a primavera, dell’inverno, dell’anno che viene, dello zucchero filato, dei canditi, della voce che ti carezza, del bastone per quando sarai davvero vecchia, dell’uva passa, delle botteghe, dei ricordi, della storia, degli inganni – ma sì, pure degli inganni che poi ti faranno più scaltra -, e innamorati di te, con moderazione, senza enfasi né superbia, senza la retorica della prosopopea che dà fiato alle trombe dei tromboni”.

***

Da Biagio Vitiello
Buongiorno e Auguri di Buon Natale e Buone Feste – a 360°, con l’alba di oggi – a tutti gli amici, ponzesi e non.
Biagio

***

Auguri alla Redazione a ai Lettori ai Ponzaracconta da Silverio Guarino e dai personaggi de “Il Mondo subacqueo di Silverio”:

***

Da Antonio Viola – Gaeta handball beach volley

Auguri a Giuseppe Mazzella, Sandro Russo, alla redazione tutta di <em>Ponzaracconta</em> e ai suoi lettori

***

Auguri 2018 dall’Archivio Augusto Vanarelli

Cristina Vanarelli augura buone festività e un sereno anno nuovo

 ***
Federica Di Giovanni

Auguri di Buone Feste con una mia foto: Wishes 2017-18

 

***

Gli Auguri di Vincenzo

Guarda qui il video da YouTube della canzone di Marco Masini

.

.

Il giorno di Natale di Marco Masini

Anche se non mi conosci
e la mia lingua non capisci
oggi voglio scriverti, perché
questo vecchio mondo è guasto
e anche se non ti ho mai visto
io mi sento troppo uguale a te,
anche se siamo monete di valore
svalutate da una misera realtà,
siamo petali caduti in questa vita
dallo stesso fiore…

Se ogni tanto ti perdoni
e credi in altre religioni
o non hai trovato ancora Dio,
eppure lo bestemmi,
a volte con ferocia,
perché hai perso la fiducia,
ma il tuo sangue brucia come il mio,
anche se ti hanno convinto che l’amore
è la più bugiarda delle verità,
se sei ancora prigioniero di un errore
che ti ha fatto male…

Buon Natale,
sconosciuto fratello lontano,
ti auguro buon Natale
dal mio piccolo cielo italiano,
non odiare
chi ti vuole rubare il futuro,
rendi il bene per il male,
buon Natale!

Anche se la guerra è in onda
e tutto il mondo si circonda
di frontiere senza libertà,
anche se ai poveri
non restano che fame e trucchi,
avanzi dei paesi ricchi,
briciole di generosità,
un messaggio arriva ancora dalla gente
che ogni giorno aiuta chi non ce la fa,
per la vita che rinasce in una stalla
e un cuore universale…

Buon Natale, [Buon Natale!]
disarmato fratello lontano,
ti auguro buon Natale [Buon Natale!]
e la luce di un campo di grano,
non farlo, non buttare
questo sogno a portata di mano
e, anche se spegni o cambierai canale,
buon Natale!

Anche senza un lavoro e senza dignità,
anche se sei imbottito di felicità,
se in questa notte, come per regalo,
ti ritrovi solo, dentro a un letto di ospedale,
buon Natale! [Buon Natale!]

A un secolo che muore,
buon Natale! [Buon Natale!]

Fratello non mollare mai, [Fratello non mollare mai,]
ma rincorri anche tu quella stella, [ma rincorri anche tu quella stella!]
la vita è una grande mamma che ti culla,
col suo alito immortale
e un oceano d’amore.

Anche senza l’albero
e i pacchetti da scartare,
anche senza tutta
questa festa artificiale,
fosse, come gli altri giorni,
il giorno più banale…

Buon Natale!

***

Gli Auguri di Silverio Lamonica

Auguro a tutti Buon Natale e un felicissimo 2018 con i versi di Edgar Allan Poe, anche nella mia versione in italiano.

The Bells
by Edgar Allan Poe

Hear the sledges with the bells — silver bells!
What a world of merriment their melody foretells!
How they tinkle, tinkle, tinkle
In the icy air of night!
While the stars that oversprinkle
All the heavens, seem to twinkle
With a crystalline delight;
Keeping time, time, time,
In a sort of Runic rhyme,
To the tintinnabulation that so musically wells
From the jingling and the tinkling of the bells.


Le campane

Ascolta… le slitte
con le loro campane d’argento!
D’un mondo in grande allegria
è presaga la lor melodia!
Tintinnano e ancora tintinnano
nella gelida aria notturna:
dindin… dindin… dindin!
E le stelle sparse lassù,
nel gran firmamento splendenti,
in cristallina delizia brillanti,
il ritmo seguono… il ritmo;
è come una runica rima
quel tintinnabolo suono soave.


Buon Natale e un felicissimo Anno Nuovo a tutti!
Silverio Lamonica

***

Gli Auguri di Franco Zecca

Natale 1969: vivevo a Ponza e mi fu chiesto dalle zie di allestire un piccolo presepe. Le statuine c’erano, il sughero per le montagne pure, mancava il muschio – che a Ponza, per questo specifico uso, chiamiamo ‘i pastocchie -, quello fresco da raccogliere ai piedi degli alberi o sulle rocce. Ma dove era possibile trovarlo a Ponza?

Chiesi in giro e l’unico che mi diede una risposta positiva ed esauriente fu l’amico Gaetano Pacifico, il fotografo, il quale si offrì anche di accompagnarmi, perché il muschio serviva anche per il presepe che lui allestiva nella piccola vetrina del suo studio fotografico.

Di buona lena ci incamminammo verso il bosco che si trova prima di salire sul Monte Guardia dalla parte di Chiaia di Luna.
Era piuttosto fitto e c’era tanto muschio; cominciammo a staccarlo ma non avevamo avuto l’accortezza di portare con noi un cesto né una busta . Pertanto mi tolsi il maglioncino alla marinara che indossavo e dopo aver fatto dei nodi alle maniche lo usai come contenitore. Il maglioncino il giorno dopo era inservibile ma il presepe venne allestito in maniera eccellente, piccolo ma sapeva dar quelle emozioni che oggi né l’albero di Natale, freddo, anche se molto luminoso, né il presepe con il muschio finto o meccanicamente illuminato, può dare.
Oggi credo non si possano più ripetere quelle sensazioni che ti allargavano il cuore e ti permettevano di vivere il Natale serenamente con gioia e pace interiore.

Con il pensiero rivolto a quelle cose e alle persone che non ci sono più, voglio augurare a tutti i lettori di Ponzaracconta di trascorrere il periodo di Natale con gioia, serenità e benessere insieme ai propri cari.

Con il cuore.
Franco Zecca

***

Gli Auguri di Giuseppe Mazzella

Casamicciola Rinascente, il Piano Urbanistico Comunale dalla società civile

Avvieremo il Piano Urbanistico Comunale di Casamicciola ai sensi della legge regionale n.16/2004 ” Norme sul Governo del Territorio” e lo divideremo in tre PUA (Piani Urbanistici Attuativi) come “piani di recupero o operativi” cominciando dalla Marina ed i suoi “rioni del 1883”, le rovine del Pio Monte della Misericordia, l’ ex- convento dei Passionisti, e Piazza dei Bagni del Gurgitello, e lo chiameremo: “Progetto della Riviera di Casamicciola dove “l’Acqua è Vita”.
Manterremo vivo il Paese e la sua economia fondata su due porti turistici ed un porto commerciale e la miracolosa acqua della fonte del Gurgitello del 1588.
Definiremo con il Ministero dell’ Istruzione la collocazione degli edifici scolastici dell’obbligo e delle superiori. Poi il secondo sarà l’abitato di Perrone e solo il terzo più complesso per sismicità sarà quello del Majo-La Rita.
Costituiremo un Gruppo di Lavoro interdisciplinare (architetto, strutturista, storico, operatore di sviluppo locale, economista) e chiederemo l’incarico al Comune ed al Commissario per la Ricostruzione.
Siamo già al lavoro come esperti e volontari civili.

Buon Natale a Casamicciola e a tutti!
Giuseppe Mazzella

***

Gli Auguri di Biagio Vitiello

Caro Babbo Natale,
ti chiedo di esaudire qualche desiderio-problema dei pochi residenti ponzesi, che hanno grosse difficoltà nel vivere quotidiano su questo scoglio. Pensaci tu, perché è difficile anche per i nostri amministratori risolverli.
Ti prego Babbo Natale, proteggi chi è veramente risiede su questo scoglio, e assicura a tutti i nostri giovani un discreto futuro (non soltanto ai soliti raccomandati).

Auguri di Buon Natale e Buone Feste a tutti
Biagio

***

Gli Auguri di Paolo Iannuccelli

Tanti auguri di Buon Natale a tutti gli amici di ponzaracconta, organo d’informazione libera.

Un caro saluto
paolo iannuccelli e famiglia
***

Gli Auguri della Redazione di Ponzaracconta con una foto e un breve video:


Da YouTube la capanna di Betlemme, con la sacra Famiglia, i Re Magi e la stella, disegnati con la sabbia:
Condividi questo articolo

15 commenti per La danza degli auguri di Natale

Devi essere collegato per poter inserire un commento.