Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0022-022 0050-050 f8-18a si t6-22 12

Festa del cuoco a Formia

Condividi questo articolo

riceviamo in redazione e pubblichiamo

 

Grandi emozioni per la “Festa del Cuoco nel Lazio” che nei giorni scorsi ha consacrato a Formia gli astri nascenti della cucina regionale, vincitori della XX edizione del concorsoI Piatti tipici Pontini” e della X edizione del concorso regionaleLa Cucina Laziale rivisitata in chiave moderna“.

A caratterizzare la giornata ospitata all’interno dell’Istituto alberghiero “Angelo Celletti” e promossa dal Vicepresidente regionale e presidente provinciale della FIC Luigi Lombardi,  un format intrigante e vivace per due concorsi dove ad emergere sono stati l’entusiasmo, il rispetto degli ingredienti e la valorizzazione del  proprio territorio. Il tutto nel pieno rispetto delle regole internazionali dettate dal Big Cooking Contest, valutate da una giuria di esperti capitanata dallo chef della Nazionale Italiana Cuochi, Fabio Mancuso.

Ad aggiudicarsi il primo premio regionale e primo premio provinciale nella categoria professionisti, lo chef Luca Salvatore, del Ristorante Evans di Cassino, con la “Triglia nel fango”.

Secondo premio regionale e  secondo premio provinciale – categoria professionisti – per lo chef Antonio De Angeli del Villa Althea, di Bellona (CE), con il piatto: “Medaglione di spada in crosta di olive di Gaeta con ricciolo di calamari su crema di zucca, verdure all’olio di Itri e pane sifonato al prezzemolo”.

Primo premio  regionale e primo premio  provinciale – categoria allievi – per la coppia composta dagli studenti dell’Istituto alberghiero di Formia Lorenzo Campesi e Ciro Petrone, che si sono aggiudicati anche la ventiduesima edizione del Trofeo Memorial Daniele Canali con la “Terrina di agnello con farcia di manzo e spinaci, pavè di zucca e spuma di patate allo zafferano”,

Secondo  premio regionale – categoria allieviper i ragazzi della Scuola Chef Scool di Rieti, Beatrice Volpini e Giacomo Mazzetti, ideatori dei “Ravioli alla rapa rossa, farciti con capesante e porcini su crema di cavolo romanesco”.

Secondo premio provinciale – categoria allievi – per la coppia di alunni dell’Istituto alberghiero di Terracina, Valentina Carroccia e Luca Passarella, con il  “raviolo ripieno di acqua di broccoletti, mantecato con sgombro e pomodorino Torpedino su crema di provola di Amaseno affumicata con croccante di melograno e gelato all’olio extravergine di oliva”.

Ad  impreziosire l’evento anche il convegno: “La Dieta anti-age. Trasformare senza nuocere”, moderato dalla giornalista Tiziana Briguglio.

La Festa del Cuoco nel Lazio si è conclusa con una cena di gala dedicata alla figura di Dino Pascali, il noto presentatore di Gaeta tragicamente scomparso, da sempre vicino alle attività dell’Associazione Provinciale Cuochi Latina.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.