Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0044-044 2009-07-22_19-28-47 h-22 u-08 corrida16 Una delle tante vele storiche

L’impresa di Salvatore Cimmino

Condividi questo articolo

riceviamo in Redazione dal Delegato del Comune ai Servizi Sociali Luigi Pellegrini e pubblichiamo

 

Salvatore Cimmino a soli 15 anni è colpito da un terribile osteosarcoma; per salvarsi la vita è costretto all’amputazione della gamba a metà del femore.
All’età di 41 anni, dopo innumerevoli problemi, sotto consiglio medico Salvatore comincia a nuotare; non era mai stato in acqua prima di allora!

Dopo otto mesi, il 15 luglio del 2006 compie la sua prima traversata senza l’ausilio di protesi performanti, Capri/Sorrento di 22 km. Subito dopo inizia il suo “sciopero nuotando” per attirare attenzione sui problemi del mondo della disabilità.

Nel 2007 organizza il “Giro d’Italia a nuoto”, durante il quale diventa atleta del Circolo Canottieri Aniene e sarà sostenuto dalla Fondazione Roma, dieci tappe ognuna di 15-17 km circa, da Genova a Trieste per ricordare alla gente il problema delle barriere architettoniche.
Nel 2008 prende parte in solitaria alla “Capri – Torre Annunziata” e successivamente alla “Capri – Napoli”, prova del campionato mondiale di gran fondo.

Nel 2009 è nuovamente testimonial per “il Giro d’Europa a nuoto”, 6 tappe fino a 40 km tra cui lo Stretto di Messina, lo Stretto di Gibilterra, Capri – Napoli, lo stretto di Oresund, Capo Salvore – Trieste, ed il Canale della Manica, dove detiene il record italiano di tutti i tempi.

Nel 2010 comincia il tour “A nuoto nei mari del globo – Per un mondo senza barriere e senza frontiere”, una nuova sfida per conquistare i mari dell’intero pianeta.

Nel 2017 arriva a Ponza per un’impresa importante: promuovere la sua attività ed aiutare l’associazione italiana Sindrome di Pitt Hopkins.

Lunedì 6 novembre, nella sala stampa della Camera dei Deputati a Roma, sarà presentata la traversata Ponza – San Felice Circeo. Saranno accolti in loco il delegato ai servizi sociali dell’isola Luigi Pellegrini, il sindaco Francesco Ferraiuolo e il consigliere e delegato alla Sanità Gennaro Di Fazio.

Ponza è molto sensibile alle tematiche sociali e l’amministrazione non poteva non accogliere e farsi promotrice di un’impresa e di un impegno così importanti.

Cimmino sarà a Ponza l’11 novembre dove, alle 11.30 del mattino si terrà all’hotel Le Querce una conferenza con dei neurofisiologi che testimonieranno cosa stanno facendo e cos’è la sindrome di Pitt Hopkins; Salvatore Cimmino presenterà la sua impresa che lo vedrà percorrere a nuoto e con una sola gamba 40 km di mare aperto. Saranno coinvolti i ragazzi dell’Istituto Superiore di Ponza.
Alle 23.00 Cimmino si immergerà nelle acque dell’isola e supportato dalla Capitaneria di Porto e dal suo staff intraprenderà la traversata alla volta di San Felice Circeo.

 

Sulla stampa on-line, leggi al link:
http://www.h24notizie.com/2017/10/ponza-san-felice-circeo-nuoto-40-km-traversata-beneficenzax/

Condividi questo articolo

1 commento per L’impresa di Salvatore Cimmino

  • silverio lamonica1

    Affrontò la medesima impresa, per la prima volta nel 1986, il campione Medaglia d’oro Gianni Golini.
    Oggi, profonda ammirazione per Salvatore Cimmino con un cordiale augurio per il suo lodevole impegno sociale.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.