Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-22 h-27 u-06 s2-29 10 la-spianata-della-galite

Quanto vorrei…

Condividi questo articolo

di Silverio Guarino

 

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni esulta felice: il PIL è aumentato e cosi anche la crescita economica; il ministro Padoan riesce a sorridere a Cernobbio.

Anche l’amato scoglio esulta per l’incremento del numero dei turisti (+50%!) nella presente stagione estiva: più guadagno per tutti, più entrate per le casse comunali.

Quanto vorrei che:

– il Presidente Gentiloni potesse dire: l’Italia è migliorata nelle sue virtù: più persone oneste, più persone educate, meno litigi, meno rissosità, più educazione, più civiltà.

– Ponza potesse respirare una aria di bontà e di educazione, con tutti gli addetti che rilasciano ricevute e scontrini, con tutti che raccolgono le feci dei loro cani, con meno denunce anonime e meno sudditanze da Facebook, meno prepotenze e meno soprusi. Più strette di mano sincere che musi stretti e occhi abbassati. Più parole sussurrate e meno gridate. Meno sporcizia e meno rumore.

Come dire: la “poesia” e la “prosa”, o la “realtà” e l’“utopia”.

Ma certi desideri non si possono avverare per caso o per miracoli. Bisogna applicarsi e lavorare sodo, per ottenere i risultati voluti.
Giorno dopo giorno. Mese dopo mese. Dalla culla alla terrena dipartita.

E magari far risuonare la campana della motonave “Isola di Ponza” (quando ritornerà, se tornerà) in un giorno di festa vera e di vera riconciliazione tra tutti noi.

E’ nato un “Comitato a Ponza, per la Salvaguardia e la Tutela dell’Isola”, con il motto: “Battaglia di civiltà”.

Già la parola “battaglia” mette un po’ paura, per il fragore che potrebbe accompagnarla. Non c’è battaglia quando gli obiettivi sono gli stessi; basta solo parlarsi per non lasciarsi come quei fidanzati che non si parlavano mai e che poi si sono lasciati.

Guardiamoci attorno, facciamo l’appello e mettiamoci insieme a lavorare per questi nostri sogni; ora è l’ora.
Io ci sto.

 

Immagine di copertina: Sergio Michilini, L’isola dei vivi, 1995, olio su tela, cm. 60×60

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.