Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

mdp scotti-a-bis v2-23 103a 51 veduta-1

…E pace fu!

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne

 

Giggino – Nooo! E nun ce sta cchiù sfizzio! È tutt’ fernute! Ccà ’a ’uallera sta scennenne abbasce’i piedi.
Sang’ ’i Retunne – Come mai? Ti stai annoiando?

Gg – Azz! no? Calma piatta. Nun po’ esse… è ’na vera schifezza. Accussì nun va! No, no..!
SR – Giggi’, ma a cosa ti riferisci, si può sapere?

Gg – Ma comme, dich’io… chille zi’ Michele ci’ha scassate ’u canciello a Vecienzo… e chille che fa?
SR – Che fa?

Gg – Ce dice: “Lasciamm’a perde tuttecose e pigliammece ’nu cafè”.
SR – Hanno fatto pace? Era ora!

Gg – Vangh’ abbasci’u puort’… e che veche?
SR – Cosa vedi?

Gg – Veruccio che chiacchiaréa cu’ Tonino? Uggesù! …e che cosa è chesta?
SR – Stevene appeccecate?

Gg – A curtielle! …mane a vint’anne. E mo’?
SR – E mo’?

Gg – ’Uagliò, ma in che mondo viviamo? Nun ce sta cchiù religgione. Nunn’è cosa! Accussì nun se campa!
SR – Giggi’, ma è una cosa positiva. Perché ti dà fastidio? La serenità sociale è un dono prezioso.

Gg – Ma che dono e dono. Ie nun voglie nient’ ’a nisciuno! E’ chiaro? Cca s’abbracciano tutte quante……me pàrene tutte ’nzallanute.
SR – E secondo te da cosa può dipendere questa pacificazione di massa?

Gg – Sacc’i muort’ alloro!? Comme si avessene vinciuto ’a sisàl! Rirene tuttu quante. Me parene tanta drugate!
SR – Forse hanno recepito le prediche del parroco sull’amore verso il prossimo?

Gg – Ma quanne maie! Chille ’u prevet’ è l’unico ch’è arrimaste ’ngazzate malamente!
SR – Allora forse ce sta coccose ’nda’ll’acqua?

Gg – No no! ’nda’ll’acqua ce sta sule ’a solita varecchina.
SR – Allora forse hanno scampato qualche brutto momento?

Gg – Tu penza che pure Assuntina s’è appaciata cu’ miche! ’Na cos’ ’i pazze.
SR – Addirittura? Dopo tutto quello che gli hai fatto, ti ha perdonato?

Gg – Sì sì… e mo’ è ’nu ’uaie.
SR – E perché mai?

Gg – Nun saccio che m’aggia ’nventà pe’ m’appecceca’ ’n’ata vota.
SR – Ma guard’a chiste …che razz’ i problema tene. E perché vuoi litigare con lei?

Gg – Ma quando ti impari? Cca’ ’a staggione è fatta pe’ sta ’ngazzate e appeccecate cu’ tutte quanti. Nun ce sta posto p’i ddurmute. Si nun si’ mmalamente e nun staie ’ngazzate cu’ cocchedune, nun campe buone. È chiaro?
SR – E adesso che vorresti fare ?

Gg – Vangh’ a cerca’ a grazia a Isse. Sule Isse po’ sdegna’ sta masse ’i cafune ’nzallanute! Chest’è!

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.