Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-08 isi-01 k2-20 v4-5 47 68a

Vendemmia 2017

Condividi questo articolo

di Silverio Guarino

 

Tra poco si farà la vendemmia anche a Ponza. Perché non organizzare il suo svolgimento coinvolgendo i turisti?

Come le battute di pesca, si potrebbero programmare la raccolta dell’uva, la sua pigiatura ’nd’u palemient’, il versamento del mosto nei tini, la preparazione dello “spumante”, ’a marenna (leggi qui) e la indimenticabile scorpacciata della fine vendemmia, con coniglio e libagioni copiose.

A settembre di quest’anno si potrebbero fare le “prove generali” e magari ripetere l’evento negli anni a venire.

Perché la vendemmia è vendemmia e anche se anche Ponza si è “modernizzata” per produrre vino speciale, è pur vero che il vero vino “ponzese” è quello che si fa ancora nelle cantine dei singoli proprietari, quel vino delle famose “F” che devi bere solo sull’isola, perché, se “passa il mare” diventa imbevibile.

Anche quest’ultima considerazione, che potrebbe essere un limite, diventa un pregio per i ponzesi che se ne intendono, quel vino che tradizionalmente allieta ’u Pascone e che è diventato un mito, grazie a quegli storici amatori – intenditori ormai scomparsi.

Ponzesi imprenditori e giovani volenterosi… compito a casa!

 

Nota della Redazione
Sul sito, per tutti gli articoli al riguardo, entra nel lemma – Usi e costumi – l’ultima voce del riquadro più in alto, a sinistra in Frontespizio, nella relativa voce nel sotto-menù: Vendemmia. Compariranno, a fondo pagina, 8 quadratini (ciascuno con sette articoli per schermata): circa 55 articoli dedicati alla vendemmia!

Le due ultime foto si riferiscono a una vendemmia del 2003, con alcuni protagonisti dell’epopea del vino del Fieno

 

Condividi questo articolo

1 commento per Vendemmia 2017

  • Biagio Vitiello

    Vorrei contribuire all’appello di Silverio Guarino con qualche informazione.
    Questo anno, la vendemmia sarà fatta in tempi più precoci rispetto alla stagione scorsa perché l’uva è quasi matura da vendemmiare. Dal che si nota con maggiore evidenza la mutazione del clima.
    Prospetto che si vendemmierà già da dopo il 15 agosto.
    Bisognerà – purtroppo – procedere con temperature non elevate altrimenti il vino non sarà buono, quindi di mattina prestissimo o in tarda serata e si farà la cena e non più il pranzo.
    Inoltre ho saputo che il 26 settembre , si terrà a Ponza un convegno sul vitigno Biancolella e sarà presente l’assessore regionale all’agricoltura.

    Ciao
    Biagio

Devi essere collegato per poter inserire un commento.