Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0046-046 mariano-04 lamonica-05 36 62 costa

È arrivata la ballerina spagnola

Condividi questo articolo

di Adriano Madonna

.

Volentieri pubblichiamo il testo completo dell’intervista fornita da Adriano Madonna sulla comparsa e la diffusione della “ballerina spagnola” nei nostri mari. L’intervista, in forma sintetica, è stata pubblicata nell’edizione domenicale di Latina Oggi, come riportato in Rassegna Stampa in data odierna.

BIOLOGIA MARINA DEL GOLFO
È arrivata la ballerina spagnola
intervista ad Adriano Madonna

La ballerina spagnola di cui stiamo per parlarvi non è una bella danzatrice di flamenco bensì un mollusco gasteropode di esotica origine, che già da un po’ è presente in alcune aree del Mediterraneo, ma mai prima d’ora era stato avvistato nel nostro golfo.
Ce ne parla il biologo marino Adriano Madonna:

“Mi ha telefonato il signor Damiano Di Nitto, noto ed espertissimo pescatore gaetano, per dirmi che da diverso tempo trova nella rete degli strani animaletti colorati. Non sa che cosa possano essere e ritiene sia il caso di farmene partecipe. Lo raggiungo al bar per un caffè e lo trovo con un secchio in cui si muove lo “strano animaletto”.
Si tratta di un mollusco gasteropode tipico di tutti i mari tropicali, che, al pari di altri, a causa del riscaldamento del Mediterraneo, è giunto qui da noi.
Forse arriva dal Mar Rosso, forse dai Tropici Atlantici, poiché vive in tutti i mari caldi, ed è stato osservato in Sicilia e in altre aree del bacino meridionale del Mare Nostrum, ma non mi risulta che sia mai stato visto prima nel Golfo di Gaeta.
Una carta d’identità di questo bellissimo organismo tutto rosso con macchiette di altri colori è la seguente: phylum dei molluschi, ordine dei nudibranchi, famiglia degli exabranchidi, nome scientifico Hexabranchus sanguineus.
Spieghiamo questi termini uno per uno: mollusco significa corpo molle, senza uno scheletro osseo, come il polpo e la lumaca; nudibranchio significa letteralmente “a branchie nude”. I nudibranchi, infatti, presentano gli organi respiratori esterni, che possono essere fissi o retrattili. Negli Hexabranchidi le branchie sono in numero di sei. Infine, il nome della specie, Hexabranchus sanguineus, sta ad indicare il colore rosso dell’animale, appunto rosso come il sangue (sanguineus).
Ma perché il nome comune ballerina spagnola? Il mollusco normalmente vive adagiato sul fondo, ma, se disturbato, si solleva in acqua libera con una serie di movimenti dati da due ampie “ali”, i parapodi, che gli conferiscono l’aspetto di una ballerina di flamenco.

Il signor Di Nitto riferisce che la ballerina spagnola nel golfo è una presenza abbondante e costante da un po’ di tempo. Non ci stupisce la sua presenza ma la sua abbondanza, certamente imputabile a qualche fenomeno generato dal riscaldamento delle acque”.

Il biologo Adriano Madonna ha già riposto nel freezer l’esemplare di ballerina spagnola. È fiducioso che un esame del DNA, che effettuerà presso il Laboratorio di Endocrinologia Comparata della “Federico II” di Napoli, svelerà altri segreti, probabilmente un processo di adattamento della specie ai parametri chimici e fisici delle acque del nostro golfo.

 

Dott. Adriano Madonna, biologo marino, EClab Laboratorio di Endocrinologia Comparata, Dipartimento di Biologia, Università degli Studi di Napoli “Federico II”

Condividi questo articolo

1 commento per È arrivata la ballerina spagnola

  • Luisa Guarino

    Come sempre, anche questo scritto del prof Madonna ha suscitato nei lettori grande interesse e curiosita’, fornendo tante informazioni e risposte, ma sollecitando anche, almeno per quanto mi riguarda, molti altri interrogativi. Ad esempio, questa “ballerina spagnola” e’ pericolosa, velenosa, o al contrario potrebbe essere commestibile? Nei Paesi d’origine come viene considerata? Quando e’ morta perde il suo splendido colore?
    Infine un’ultima considerazione: al di la’ del suo nome scientifico, questo mollusco che danza fasciato nel suo abito rosso mi fa venire in mente l’enigmatica “ballerina di Siviglia” del programma televisivo cult “Macao” degli anni ’90.
    Sara’ una deformazione mentale, ma vuoi che si parli di iguane e origine della specie o di molluschi che invadono il Golfo di Gaeta, come mai si finisce sempre a parlare di belle donne?

Devi essere collegato per poter inserire un commento.