Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

a4-35 foto-0001 k2-34 ss26 scansione0002 sl372221

Giggino, inviato (quasi) speciale

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne

 

Giggino – Caro lei, la vostra storia è appena accummenciata ma è già fernuta! Sto scendendo abbasci’u campo pur’io!  E mo’ so’ cazze!!
Sang’ ’i Retunne  – A sì? E in che modo?

Gg – Accummenci’a farti concorrenza.
SR – Ma io giù al campo non ho nessuna attività. Come fai a farmi concorrenza?

Gg – ’Uagliò, tu t’he sceta’! Che cazz’i campo he capito?
SR – Beh! Scendi in campo… Inteso in senso agonistico?

Gg – Macché! …ma qua’ agonia!? Inteso in senso giornalaio.
SR – Giggi’, giornalistico… Il giornalaio è un’altra cosa.

Gg – Vabbuo’, si ’u ddice tu!
SR – Quindi ti metti a fare il giornalista pure tu? Stamm’appost’! Devono essere ridotti proprio male per rivolgersi a te!

Gg – Uvvi’ quante si’ strunze! Che vulisse dice? Che i’ nun so’ capace? Guarda accà..!
SR – Azz! E che porti in quello zaino?

Gg – L’occorrente di “inviato speciale” giornalaio.
SR – Interessante. Addirittura inviato speciale! Fammi vedere…

Gg – Chist’è ’u rum…
SR – È giusto, quanne ce vo’ ce vo’!

Gg – E chest’è ’a birra!
SR – E ccerto! …p’a concorrenza.

Gg – Chest’è ’na gondola gonfiabbile… Nun se maie sape’… cu’ ’sti scassettune ’i vapure.
SR – E questo involto cos’è, una canna da pesca?

Gg – No, no… chest’è l’artiglieria da caccia, abrasa e mimetizzata. He viste mai che se fa sotto cocche marevizze…
SR – Giggi’, ma non vedo niente del mestiere. Con che scrivi gli articoli?

Gg – Eeeee! Scrivere mo’!? Si’ rimast’ addietrato! I’ arracconto! Po’ ce sta chi scrive e firma pe’ me!
SR – Non mi pare una cosa buona. Comunque andiamo avanti. E dove ti mandano a fare l’inviato speciale?

Gg – Allora… ’ngopp’u Summariell’, sott’ ‘u Spaccapurp’ e ’ngopp’ ’u Scoglie d’a Cantina.
SR – O mamma mia! E a fare cosa?

Gg – Uggesù! Te l’aggie ditte: l’inviato speciale!
SR – Ho capito, ma cosa dovrai trattare?

Gg – Cose serie assaie! Primm’i tutt’, i cazz’i’llate. Chille so’ ’mportante, alla gente interessano. Po’ i strunzate ’mportante e po’ i proggetti impossibili…
SR – E quali sarebbero ’sti progetti impossibili?

Gg – In che mondo vivi? Presempio ’u puort’i Cala d’u Vino.
SR – Ah ecco! E poi?

Gg – I ciuccie leggiére…
SR – E che sono?

Gg – Gli asini che volano!
SR – Ma che cosa è mai questa? Mi sembra solo una enorme cazzata! Ma daiii!

Gg – See see cazzata..! Me pagarranno pure!
SR – Addirittura?

Gg – Sì sì, ha ditt’accussì Iss’: “Ahò, cerca da fa’ er lavoro per bene che poi ce penso io a te! Te pago in natura! Vedrai che te faccio resta’ soddisfatto”.
SR – In naturaaa? Ma hai capito che ti ha promesso? Sì o no?

Gg – E ciertamente! Mica so’ scemo io! Ha ditte che è naturale che me pagarrà. Si’ propriete nu ’gnorante! Cheste tu si’!

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.