Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0008-008 05-11-2005-19-19-41_0001 l-03 k2-9 04 corrida10

Parole scritte. Ed ora andiamo avanti…

Condividi questo articolo

di Silverio Guarino

 

Ed ora andiamo avanti, con il ricordo dei recenti trascorsi, dritti verso il futuro. Il nostro futuro, fatto di certezze e speranze.
Certezze di essere cresciuti nell’animo e nel corpo, pronti ad affrontare e a realizzare i nuovi progetti.
Speranze di veder crescere l’amore, la stima, la tolleranza e il rispetto tra tutti i “ponzesi di buona volontà”.

Questa estate rovente e convulsa, che ci impedisce quasi di salutarci quando ci incontriamo, passerà anche lei, come tutte le altre passate.
Solo allora ci potremo ricontare, residenti e non, mondati o non dal peccato originale di essere nati sull’”amato scoglio”, tutti quelli che vorranno mettersi a disposizione per ricostituire e rafforzare la “ponzesità” della nostra isola.
Per ora, in questi giorni convulsi e che rapidamente trascorrono senza lasciarci troppo sapore in bocca, andiamo avanti con il coraggio e la forza da poco dimostrate a tutto quel mondo di “pessimisti sfigati” che ci stava remando contro.

I compiti estivi potrebbero tradursi in:
– sporcare il meno possibile l’isola (“non sporcare” costa meno che “pulire”);
– rispettare e rispettarsi a vicenda, ricordando che tra i compiti dei cittadini, deve esistere il coraggio di denunciare eventuali “abusi e violenze” contro l’”amato scoglio”, fatti da visitatori turbolenti e/o maleducati che dimenticano che questa meraviglia della natura non l’ha dipinta né Leonardo, né Giotto, ma l’ha creata un certo “Padre Eterno” che sta nei cieli.

E noi ne dobbiamo essere i gelosi e fortunati custodi.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.