Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-12 v5-4a t5-21 30-07-2005-19-31-11_0003 hp0047 sl372267

Per il giusto cambiamento

Condividi questo articolo
di Vincenzo Ambrosino

.

Caro neo Sindaco
dopo i normali festeggiamenti in questi giorni sarai impegnato a costruire la tua squadra di governo, propongo alla tua serena attenzione una mia sintesi di progetto di lavoro per un’amministrazione al servizio dell’ecosistema isola.

Sintesi delle tematiche da sviluppare
L’agricoltura è stata abbandonata da tempo.
La pesca è di fatto in crisi.
L’edilizia è bloccata.
Il turismo con un’unica offerta – quella nautica-balneare – troppo concentrata nei periodo estivo, permette ancora la sopravvivenza ma crea grandi problemi quali lo sfruttamento intensivo con conseguente consumo delle risorse ambientali e soprattutto produce lo spopolamento invernale.
Individuiamo prioritariamente la necessità di arrestare l’abbandono dell’isola perché senza più i ponzesi, quest’isola non sarà più Ponza ma un anonimo villaggio vacanze.

L’importanza della protezione speciale dei residenti invernali
Senza i ponzesi residenti
  • non si può bloccare il dissesto idrogeologico;
  • non si può proteggere e conservare l’integrità ambientale;
  • non si può organizzare l’allungamento della stagione turistica;
  • non si può ripensare l’arredo urbano;
  • non si può conservare la cultura isolana;
  • non si può recuperare l’agricoltura, rilanciare la pesca, ripensare al turismo.
  • non si possono creare le basi per organizzare una offerta turistica adeguata all’isola.
Il Turismo e la sua funzione
Individuiamo il turismo la fonte principale – funzionale – a far rianimare l’isola dal punto di vista economico e sociale ma le altre fonti economiche ( agricoltura, pesca ed edilizia) devono essere rilanciate nell’ottica di integrare, differenziare e sostenere il progetto di riequilibrio economico e ambientale dell’isola.
Se la linea amministrativa dovrà rispettare i dettami della legge per cui ricercare metodologie legali per servire i cittadini, lo scopo politico dell’amministrazione isolana rimane quella di garantire a tutti i ponzesi una qualità della vita adeguata agli standard moderni.

Il compito dell’Amministrazione sarà quello di traghettare il vecchio verso il nuovo per stabilizzare l’economia reale e creare nuova occupazione.

“Quello che non funziona, delle attività sviluppate dai ponzesi, dovrà essere sistemato, quello che non è adeguato dovrà essere rivisto, quello che è illegale dovrà essere abbattuto e ricostruito secondo canoni legali e adeguati al progetto di sviluppo”.

1° obbiettivo stabilizzare la residenza per tutto l’anno.
Ponza si sta spopolando e questo è colpa di uno sfruttamento turistico troppo concentrato nei mesi estivi, bisogna fermare l’esodo valorizzando la residenza invernale in questa ottica:
  • Valutare quanti sono i reali cittadini che passano la loro vita sull’isola attraverso un censimento da effettuarsi dai vigili nei giorni invernali.
  • Conoscere le problematiche economiche e sociali delle singole famiglie. (una commissione comunale tecnico/politica visita le famiglie o riceve le famiglie in comune).
  • Valorizzare le associazioni di categoria e quelle culturali-ricreative, stimolare a costituire associazioni e/o cooperative utili al progetto.
  • L’Amministrazione con la sua organizzazione al servizio di questi obiettivi studia forme di incentivo per favorire la vita sociale ed economica degli isolani.
  • Istituire una delega per coordinare l’osservatorio comunale (vaglia le iniziative che vengono dal basso e li trasforma in deliberati comunali).
2° Obbiettivo integrazione uomo ambiente naturale.
  • Tutte le attività dei ponzesi devono essere compatibile con le esigenze di protezione ambientale:
  • per raccogliere bisogna coltivare in modo compatibile;
  • per costruire bisogna valutare che non si danneggi l’ambiente;
  • l’interesse privato deve anche migliorare l’interesse pubblico;
  • gli investimenti strutturali necessari devono servire essenzialmente a migliorare la qualità della vita del ponzese residente e devono essere integrati nell’ambiente naturale;
Il Sindaco conferisce le deleghe con obbiettivi  precisi da raggiungere per il fine ultimo: salvaguardia e sviluppo economico-sociale e ambientale dell’isola 

Delega al Demanio e alla Portualità

Le varie problematiche da affrontare e risolvere
:
  • Piano regolatore del porto di Ponza Centro: (variante per dare soluzioni ai problemi sulla sicurezza, sul posizionamento delle attività di ormeggio e sulla sistemazione dei diportisti residenti)
  • concessioni demaniali in vista della scadenza per il 2020: (studiare la possibilità di un Concorso pubblico-privato)
  • insabbiamento del porto di Ponza;
  • Cala Feola e le Piscine Naturali programma di gestione nel breve e nel medio tempo; (la destinazione d’uso di Cala Feola deve essere alternativa a quella di Cala dell’Acqua)
  • Porto turistico a Cala dell’Acqua quale sviluppo economico per gli isolani (su questo il Comitato Samip ha espresso una posizione che va vagliata dall’amministrazione)
  • Campi Boa (definizione e regolamentazione
Delega all’Urbanistica

Tematiche da studiare e risolvere
:
  • Quale Urbanistica da sviluppare per quale isola?
  • Come far diventare l’edilizia una opportunità economica per gli isolani, compatibile con la valorizzazione urbana;
  • Piano particolareggiato dei Centri Storici un punto di partenza;
  • Messa in sicurezza delle case;
  • Nuovo Piano regolatore Generale da mettere in cantiere;
  • Sviluppo urbanistico della zona ex-Samip;
  • Arredo Urbano: lavori pubblici e privati.
Delega ai Lavori Pubblici

Tematiche da sviluppare e risolvere:
  • Risistemazione di strade e piazze;
  • Parcheggi;
  • Messa in sicurezza delle scuole e degli edifici pubblici;
  • Approvvigionamento idrico: definizione delle priorità!
  • Depuratori;
  • Rivoluzione Green: isola ecologica, raccolta differenziata, energia elettrica introduzione di sistemi a energia pulita;
  • Strutture per la cultura: museo, centro visite, itinerari paesistici culturali e archeologici, recupero delle ex scuole (medie e elementari) per uso sociale e culturale;
  • Risanamento ambientale e recupero della zona ex Samip; porto turistico a Cala dell’Acqua;
  • Problematiche PAI: sicurezza e fruizione del periplo dell’isola
  • Aprire Chiaia di Luna;
Delega allo sviluppo economico e al commercio

Tematiche da sviluppare e risolvere:
  • Programmazione economico-commerciale per salvaguardare la residenza invernale;
  • Dall’individualismo alla cooperazione e collaborazione economico-commerciale;
  • Stabilizzazione dell’economia esistente;
  • Cooperative di giovani disoccupati per gestire la nuovo offerta turistica.

Delega alla cultura, all’istruzione, al sociale, alla sanità, sport e tempo libero

Tematiche da sviluppare e risolvere:
  • Il cambiamento organizzativo sociale ed economico passa attraverso un cambiamento culturale: dall’individualismo alla cooperazione.
  • Zannone una prospettiva economico- turistica- culturale per i ponzesi;
  • Assistenza sociale: giovani (droga e alcool), terza età (assistenza psicologica e organizzativa); bambini (aiutarli a crescere con una cultura salutista, ambientalista e cooperante)
  • Istruzione: riorganizzare la scuola a Ponza significa avere sull’isola il Dirigente Scolastico e/o Dirigente Amministrativo; impegno politico per integrare l’istruzione in tutti i progetti culturali dell’isola;
  • Le associazioni locali devono essere coinvolte in modo organico in tutti gli aspetti sociali e culturali;
  • Lo sport e tempo libero, un’opportunità politica per ripensare i concetti di salute, di ambiente, di cultura di istruzione.
  • La sanità: istituire un coordinamento formato da un delegato dell’amministrazione comunale, un dirigente del Poliambulatorio e i due medici di base che si riunisca periodicamente per indirizzare l’azione sanitaria a Ponza.
  • Da Ponza estate a Ponza nelle quattro stagioni;

Delega alla mobilità, trasporti interni e marittimi.
Tematiche da sviluppare e risolvere.
  • Quali trasporti marittimi per quale isola?
  • la Laziomar al servizio dell’isola e dei ponzesi;
  • mobilità interna: approvvigionamento commerciale, mobilità dei residenti;
  • Trasporti pubblici e taxi;
  • parcheggi di sosta e parcheggi deposito;
  • mobilità vertenza Le Forna: trovare soluzioni a breve e medio termine per rendere efficiente il collegamento commerciale e turistico Ponza-Le Forna in vista di un necessario blocco delle automobili nei periodi estivi.

Delega coordinatore osservatorio comunale
Mantenere i rapporti con le associazioni e i comitati (Comitato Samip – Rinascita per Ponza – Ponza nel Cuore – Comitato Giovani – Ass. Ponza Racconta)
Il compito dell’Osservatorio sarà quello di vagliare le proposte che vengono dai cittadini e dalle associazioni operando selezione delle proposte perché poi siano trasformate – tramite l’iter procedurale tradizionale – in delibere esecutive.

Per ulteriori approfondimenti della mia idea di isola: appunti per gli amministratori
Buon lavoro
Condividi questo articolo

1 commento per Per il giusto cambiamento

  • Caro Ferraiuolo, amministratori di maggioranza,

    quando ho pubblicato questo articolo, 13 giugno 2017, da poco avevate vinto le elezioni per cui dovevate ancora accasarvi per governare la casa dei ponzesi. Eravate pressati da mille incombenze per cui forse non avete avuto modo di leggerlo con attenzione.

    Io vi invito a leggerlo con calma perché Ponza ha bisogno di un certo tipo di amministratore: appassionato, impegnato, tenace che segua un progetto condiviso, un metodo di lavoro per raggiungere obiettivi; ma soprattutto cosciente che se non si agirà in un certo modo non ci sarà una seconda occasione.

    Caro Vigorelli, amministratori di minoranza,
    non so se avete analizzato nei dettagli la vostra sconfitta; voi avevate un progetto che non aveva una maggioranza nel paese, cioè non era condiviso. Ora avete dichiarato che “non siete interessati ad una opposizione costruttiva” ma vorrei farvi riflettere: “se restate convinti che la politica impostata in passato era nel giusto e non rivalutate le vostre scelte cercando veramente di capire che cosa serve all’isola, voi perderete del tempo e la vostra opposizione sarà distruttiva non solo contro la maggioranza ma contro le vostre stesse velleità di rivincita”.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.