Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-28 ss15 ss19 73 08 scansione0005

Sorridi! Stai su candid ’uallera!

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne

 

Sang’ ’i Retunn – Giggi’, caspita! Ti sei fatto un taglio di capelli che mi sembri Rodolfo Valentino
Giggino – ’Uaglio’, e che vuo’ fa’? Ce sta chi po’ e chi nun po’. I’ po’.

SR – See, vabbuo’, Garigliano!
Gg – M’aggia rifa’ pure ’u cascettone.

SR – E cosa c’entra con i capelli?
Gg – Uggesù, si uno adda cagna’ l’allucch’, adda cagna’ pure ’u cascettone. O no?

SR – O mamma mia, Giggi’! Credo di aver capito… uno per cambiare look deve cambiare anche il guardaroba. È così? Ho capito bene?
Gg – E che ce stev’ ’a capi’? Pecché, i’ ch’aggie ditte?

SR – Lasciamm’a sta che è meglio.
Gg – Penza che Assuntina s’è fatta “la mezza in piega”, s’è mangiata all’ogne e s’è fatt’ pure ’u bidè..!

SR – State facendo i grandi lavori… proprio comme ’u traghetto. Ma dimmi il perché. Cosa succede?
Gg – Azz! …tu nun saie niente?

SR – No! Che dovrei sapere?
Gg – ’Uagliò, cca mo’ mèttene i ttelevisione pe’ tutte parte. Ogni spigule sarrà una telenovella.  Presempio: tu vaie a piscia’ ’arete ’u bidone?

SR – Eh!
Gg – E chille te fann’ ’u firmato. Tu vutt’a munnezza for’orario?

SR – Eh!
Gg – E chille zac! …te fanne n’atu firmato. Tu vaie a spara’ a caccia chiusa?

SR – Eh!
Gg – E chille zac! …te girano ’u filmino. Tu parle male d’u Sceriffo?

SR – Pure?
Gg – E chille zac! …te fann’ ’a spia televisiva. Tu vutt’i cupertune a mare?

SR – Mai fatto.
Gg – E ’a telecamera te fa ’a ripresa. Tu te fumme ’nu speniell’ abbasci’a marina?

SR – Eh!
Gg – E chille zac! …te fanno ’u primo piano. Tu faie…

SR – E basta, mo’ basta! Ho capito! …metteranno delle telecamere di sorveglianza da tutte le parti. Ma se sono solo di sorveglianza tu perché ti sei messo così in tiro?
Gg – Uggesù! Chiste, cu tutt’i filme, hanna fa ’na telenovella dal titolo: “Cafone scétete”.

SR –  O mamma mia! …Giggi’ non faranno nessun film, saremo solo tutti sotto controllo. Niente di più.
Gg – Ecco qua! I solite malelengue! Ccà nun se po’ mai fa’ ’na cos’ ’i bbuono, che esce sempe ’u professore ’i turno a rompere ’i scatule.

SR – Giggi’ ma quale professore? Confondi un normale video-controllo con delle telecamere televisive. Ma daie! Ma po’ esse che v’ammuccate sempe tutte cose?
Gg – Ma tu che vuo’? Ha ditte zi’ Michele che queste telecamere saranno il nostro futuro e tutto sarà risolto. Ha ditto: “Appriparateve per bene, che mo’ so’ cazze”.

SR – Appunto!
Gg – Penza che ne voglie fa’ mette una pure ’nd’i galline e n’ata ’ndu cesse.

SR – Addirittura? E la privacy?
Gg – E chi ’a canosce! È che i’, ch’i ’mericane poche me piglie!

SR – Ma dico io… la telecamera pure mentre uno fa i fatte suoie?
Gg – E come no? Pure una ’nda cammera ’i liette.

SR – Giggi’,  a mme ’sta cosa me pare ’nu poco troppo esagerata. Ma Assuntina è d’accordo?
Gg – E comme no? Abbast’ ch’accumparisce, ess’ è sempe d’accordo!

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.