Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

p-18-2-di-4 u-37 vdp-02 dc k2-25 asilo-01

Epicrisi 117. Gli alieni sono tra noi!

di Sandro Russo

 

Le prime avvisaglie si sono avute all’inizio della settimana, dalla Rassegna Stampa.
Veramente già dalla settimana precedente con i saraghi “mutanti” di Adriano Madonna… Anche se poi la stampa – LT Oggi del 28 marzo – ci ha ampiamente rassicurati (?)… che quelli allevati in acquacoltura sono belli, saporiti e tenerelli.

Ma le notizie dalla Stampa sia on line che cartacea si sono susseguite come in un bollettino di guerra..!
Gli alieni hanno attaccato i peperoni! – h24notizie.com del 26 marzo – storico baluardo di resistenza in questo mondo instabile:


I limoni – LT Oggi del 29 marzo – diventano tanto tristi che appassiscono e muoiono!

Citrus Tristeza Virus (CTV) è un virus appartenente al gruppo dei Closterovirus che causa una patologia chiamata tristezza degli agrumi (la tristeza de los cítricos)

Se i tempi sono questi, possiamo solo incrociare le dita per il destino dei pomodori – altro bastione a guardia della tradizione! -, la prossima estate. Siamo pronti e armati contro le cimici, ma se ci arriva el tomate llorando virus (“il virus del pianto del pomodoro”) come ci mettiamo?

Le invasioni si diffondono per mare e per terra, ma anche nei fiumi… E’ l’allarme diffuso su Latina Oggi del 30 marzo (apri il .pdf allegato: Un-invasione-di-specie-esotiche-un-piano-per-fermare-gli-alieni

Tempo fa andammo a scovare gli alieni delle profondità marine, guidati da quel buontempone di Adriano Madonna (leggi qui e qui: tutto rigorosamente scientifico!) e da Russo (myself) che quando può ci azzuppa il pane, specie tra le curiosità:

Il pesce vipera, Chauliodus sloani, detto anche vipera di mare, è un pesce d’acqua salata che appartiene alla famiglia degli Stomiidae

L’ascia d’argento o pesce ascia o pesce accetta (Argyropelecus hemigymnus) è un pesce abissale della famiglia Sternoptychidae.
Questo pesce è diffuso nell’Oceano Atlantico e nel mar Mediterraneo, mar Adriatico compreso

Psychrolutes marcidus (McCulloch, 1926), conosciuto comunemente come pesce blob, è un pesce appartenente alla famiglia Psychrolutidae

Credete che sia finita? Macché!
Come se non avessimo abbastanza problemi a fronteggiare una realtà che impazzisce e ci sfugge di mano, a Latina fanno anche una Mostra “De-genere”. Qui in .pdf l’articolo di Luisa Guarino su Latina Oggi del 31 marzo: De-Genere-mostra-a-più-linguaggi-di-Laura-Martufi. Con questo scopo dichiarato: “(…) osservare come le persone, anche di varie fasce d’età, reagiscono alla visione di immagini o alla lettura di testi in cui sia proposto un rovesciamento di prospettive.”

Per esempio, siamo così abituati a immaginare una sirena (anche senza averla mai vista, in realtà), che facciamo un certa resistenza a vederla con le parti, umana e animale, invertite, come ci propone quell’altro provocatore di Magritte:

René Magritte (1934): L’invenzione collettiva

È con questi “straniamenti” in testa e nel cuore – ch’a capa sbariata – che affrontiamo la settimana degli articoli di Ponzaracconta: questa settimana sono stati 29… tombola!

I vari scritti relativi alla prossima tornata elettorale portano alla ribalta diverse tipologie di alieni.
Che dire dell’alieno senza volto (o con troppi volti) proposto nell’articolo di Vincenzo Ambrosino come possibile leader dellaltra Lista, in opposizione a Vigorelli?

E si prosegue… tra chi – vox clamantis in deserto – trova Impossibile proporre un cambiamento sostenibile; e chi sostiene che la storia di Ponza sia un dejà vu, con il finale già scritto: La riserva indiana.

Altra razza “aliena” sono i giovani, più volte evocati – troppo presenti o troppo assenti? Comodi, scomodi o terzi incomodi?

Può sembrare strano, in tanta fumosa alienazione, trovare conforto in una sentita pur se drammatica storia d’altri tempi, il naufragio del “Bartolo Rosaria”. (1) e (2) .


O nelle affabulazioni da viaggio, tra navigazione, cinema e persone scomparse, del Piccolo cabotaggio (5) di Tano Pirrone (leggi anche qui). 

Questa settimana (venerdì 31 marzo) si è anche tenuta la cerimonia del Gemellaggio tra Ponza e Ischia, trapuntata tra passato e presente dagli articoli di Rita Bosso (leggi qui, qui e qui), con qualche avance futura di Gianni Vuoso: un corso Yoga a Ponza.

Ma l’aggancio alla realtà è fugace! Basta poco e ci ritroviamo nel mondo straniato del “tutti contro tutti” delineato da Sang’ ’i Retunne; o tra le foto di strane entità – la Quaresima di Luisa – che fanno capolino dalle finestre di Ponza o come simulacri fantastici immersi nel mondo reale:

Mi fa piacere chiudere questa rassegna-sintesi settimanale che pomposamente chiamiamo “Epicrisi” con una storia (una paginetta scarsa), di quel maestro di folgoranti racconti brevi che è (fu) Fredric Brown (1906 – 1972): ascoltare e leggere per capire tutto..!

Ascolta qui su YouTube, “Sentinella”, di Fredric Brown:

.

.

 Leggi dal file .pdfSentinella, di Frederic Brown

1 commento per Epicrisi 117. Gli alieni sono tra noi!

  • Sono citato da Sandro Russo a proposito degli alieni, argomento caro e incarnato (abbiamo condiviso col Russo vite parallele su mondi lontani, ere perse nella notte dei tempi, vortici galattici, moltiplicità delle forme, guerre di mondi, scorribande dall’estremamente grande all’infinitesimamente piccolo).
    Al tempo d’oggi se si dice “Alieno” in pubblico tutti alzano la testa a cercare una scia, un segnale; o scrutano nell’ombra per scoprire un abitante di altri Mondi venuto a conquistarci. Oppure sobbalzano al pensiero che i veri Alieni di oggi, in fuga da altri mondi, da altre terre per fame, paura o per salvare – banalmente – la vita, stiano aspettando per toglierci la casa i risparmi la pelliccia, ogni sicurezza welfariana.
    Tempo di alieni, appunto e del compare alienazione, nel senso di psicosi, ma qui imbocchiamo una strada che non so dove ci porterebbe, altro che Piccolo cabotaggio!
    Strada interessante da percorrere: Alieno –> Di altri –> Nessuno –> Uno nessuno e centomila –> Unicum sum –> Unicuique suum. Chi non ha “altro” da fare mi segua.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.