Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-15_19-30-36 u-29 96a Forme multicolore di spugne incrostanti Prateria di Posidonia oceanica Spugne e astroides si contengono lo spazio

Calcio Ponza – XXV Giornata di Campionato

Condividi questo articolo

a cura di Giovanni Califano

 

Campionato 2016-2017 – II Categoria – Girone M – 25^ Giornata
Campo Sportivo Comunale Calacaparra, Le Forna
POLISPORTIVA DIL. PONZA – ASD NUOVO REAL SPIGNO: 2-0

Partita di estrema importanza per il Ponza tra le mura amiche del Calacaparra.
Il Nuovo Real Spigno di mister Celardi, asfaltato un girone fa con cinque reti, sbarca sull’isola lunata affamato di punti dopo aver costretto al pari l’Atletico Itri e fatto lo sgambetto alla Sandonatese: avversario da non prendere sottogamba.
Il Ponza, dal canto suo, viene dalla vittoria esterna contro i cugini arancio-blu dello Spinium ed ha vitale bisogno dei tre punti per continuare a sognare.
Coppa però, come troppo spesso nel corso dell’ultimo mese, deve fare a meno di mezza squadra: out Carta, Repele, Costanzo (squalificato), Ferramini, Di Nallo, Scipione, De Martino, De Meo ed i fratelli Napolitano.
Scelte obbligate dunque per il tecnico ponzese: Califano tra i pali, linea difensiva con Tescione, Scotti, Francesco ed Alessio Vitiello; centrocampo a quattro con Vecchione e La Torraca sulle corsie esterne, Rispoli e l’acciaccato Orlando in mezzo; in avanti Migliaccio e la sorpresa Toppetta. Panchina per il rientrante Di Meglio.
Ponza in maglia verde, Nuovo Real Spigno in completo blu-arancio.
Arbitra Minniti, alla prima direzione sull’isola.

Avvio di personalità del Ponza. Migliaccio ci prova col sinistro già al 2°, Di Nitto alza in corner. La Torraca calcia dal limite dopo un bel dribbling sul terzino, destro strozzato che si perde a lato.
Ancora capitan Migliaccio al 16°: punizione dalla distanza che non crea problemi al portiere.
Prima svolta del match un minuto più tardi: eccessive per il signor Minniti le rimostranze di Tescione per un intervento falloso fischiatogli a metà campo e rosso diretto per il giovane difensore ponzese.
Quando tutto sembra compromettersi per il Ponza, però, i padroni di casa trovano il vantaggio.
Minuto 21: Scotti esce dalla difesa a testa alta e al momento giusto lancia Migliaccio. Il capitano, elusa la trappola del fuorigioco, calcola bene il rimbalzo del pallone ed attesa l’uscita di Di Nitto lo scavalca con un preciso e delizioso colpo di testa.
Il ritorno al gol di Migliaccio, a secco dal 16 febbraio scorso e al primo timbro nel girone di ritorno, spezza il sortilegio e manda in visibilio il Calacaparra.
Al 23° viene ristabilita la parità numerica: rosso diretto per il numero 9 spignese Migliaccio.
Passano appena centoventi secondi e il Ponza ha la palla d’oro per il raddoppio: capitan Giulio Migliaccio, in giornata di grazia, prende palla sulla tre quarti offensiva, riesce a saltare tre uomini e presentarsi solo davanti al portiere; parata miracolosa di Di Nitto e poi Toppetta non riesce a trovare l’angolo vincente, sfiorando il palo a porta sguarnita.
Ancora protagonista Toppetta: splendida apertura di trenta metri a trovare sulla sinistra La Torraca, dribbling secco su Flagiello e destro ancora una volta lontano dai legni.
Al 38° primo squillo offensivo degli ospiti: De Vita prova a sorprendere Califano su calcio piazzato da posizione decentrata, il portiere ponzese controlla la sfera uscire a pochi centimetri dal palo.
Ultimo squillo del primo tempo una punizione dalla grande distanza da parte di Rispoli che Di Nitto disinnesca senza grossi problemi.
Il Ponza va nello spogliatoio in vantaggio per 1-0.

Ripresa che si apre con il brivido per gli isolani: dopo appena 9 secondi, sfruttando il calcio d’inizio della seconda frazione, Artale anticipa Vecchione con il petto a calcia di sinistro di prima intenzione, palla che scheggia il palo esterno.
Avvertito il pericolo, il Ponza riprende a macinare gioco ed occasioni: ancora lo scatenato Migliaccio, questa volta col sinistro, chiama il portiere all’intervento complicato.
Occasione per A. Vitiello con un destro dal limite, palla a lato.
Al 73° standing ovation per Toppetta, autore di una prova gagliarda, al suo posto entra Di Meglio, assente dai campi di gioco dal oltre due mesi.
Allo scoccare della mezz’ora grande contropiede del Ponza con Rispoli che appena all’interno dell’area calcia a colpo sicuro ma si vede dire no dal palo.
Massimo sforzo ponzese alla ricerca del gol della sicurezza. All’82° Di Meglio, guadagnata la linea di fondo, crossa all’indietro per l’accorrente Vecchione, destro potente sul primo palo che testa i riflessi di Di Nitto, palla in corner.
All’84°, però, nulla può l’estremo difensore spignese sull’ennesimo attacco del Ponza: cross mancino calibrato alla perfezione da parte di Migliaccio per l’inserimento di Orlando che sfiora il pallone quel tanto che basta.
Il pallone bacia il palo e gonfia la rete; scacciate tutte le paure, ruggisce il Calacaparra.
Quarto gol in campionato di Orlando, già in rete domenica scorsa, partita in ghiaccio.

Scampoli di partita anche per i giovanissimi Salvatore Scotti e D’Apice i quali rimpiazzano rispettivamente Vecchione e D. Rispoli, autori di prestazioni sontuose.
La Torraca ha la palla del tris proprio al 94° ma, involatosi da solo verso la porta, viene tradito da una zolla e calcia malamente.
Non c’è più tempo per altre emozioni, rispettato il fattore casa: il Ponza vince all’inglese, 2-0 senza appello contro il Nuovo Real Spigno.

Gara a senso unico al Calacaparra con i padroni di casa che ottengono i tre punti soffrendo solo sporadicamente le sortite offensive dei ragazzi di mister Ceraldi.
L’espulsione di Tescione all’alba del match ha rischiato di compromettere il pomeriggio per Coppa (oggi in tribuna causa squalifica) e i suoi ragazzi, ma il gol numero 8 in campionato di Migliaccio e la successiva espulsione dell’omonimo giocatore ospite hanno rimesso in carreggiata il Ponza.
I padroni di casa hanno sfiorato a ripetizione il raddoppio, trovandolo solo nel finale di gara e palesando una volta di più, se mai ce ne fosse bisogno, le difficoltà in zona gol.
Inoperoso Califano che ha ritrovato davanti a sé il bunker difensivo di qualche settimana fa.
Favoloso Migliaccio, man of the match.
I contemporanei pareggi di San Giovanni Incarico (2-2 a Ceprano nel derby) e Atletico Itri a Sandonato consentono al Ponza di rosicchiare qualche punto alle dirette concorrenti e rimanere nella scia del podio.
E tra sette giorni, al Comunale di Itri, la sfida proprio all’Atletico di mister La Rocca: una gara da dentro o fuori.

 

Tabellino incontro:
POLISPORTIVA DIL. PONZA: Califano, F. Vitiello, A. Vitiello, Toppetta (dal 73° Di Meglio), Sil. Scotti, Tescione, Migliaccio (C), Orlando, La Torraca, D. Rispoli (dal 90° D’Apice), Vecchione (dall’88° Sal. Scotti).
A disp.: B. Rispoli, Tricoli, Ambrosino.
All.: Verbini.
ASD NUOVO REAL SPIGNO: Di Nitto, Flagiello, Artale, Zegarelli (Ceraldi), Castaldo, Esposito, Porchetta, Lungo (Grella), Migliaccio, De Vita (C), De Luca.
A disp.: –
All.: Ceraldi.
ARBITRO: Sig. Minniti Giorgio della sezione di Latina.
MARCATORI: 21° Migliaccio, 84° Orlando (P).
NOTE: espulsi Tescione (P), Migliaccio (S); ammoniti A. Vitiello, D. Rispoli (P), Lungo, Zegarelli, De Vita, Castaldo (S).

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.