Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-19_12-33-04 d-02 h-23 u-37 sdb fl-01

L’otto marzo

Condividi questo articolo

proposto da Silverio Lamonica

.

Non solo sui tradizionali mass media (stampa e radio-televisione), ma anche sui più moderni strumenti multimediali (siti web e social network ) quest’anno viene dato particolare risalto a questa data.
Vengono organizzate infatti, nelle varie parti d’Italia, diverse manifestazioni per rimarcare il ruolo della donna, ma in modo molto più incisivo rispetto al passato: in tutto il mondo i vari movimenti femministi e altre associazioni stanno organizzando, per questo giorno, uno “sciopero generale della donna” contro la disparità e la violenza nei loro confronti, come ricordano, anche su Ponzaracconta, Luisa Guarino: Otto marzo, le iniziative del Centro Donna Lilith e Rosanna Conte: Quest’anno per l’8 marzo si sciopera.
Purtroppo c’è un dato di fatto incontestabile: il tragico fenomeno del femminicidio non tende a calare, per cui si rendono indispensabili manifestazioni “eclatanti”, ma queste potranno avere efficacia solo se affiancate dalla costante e instancabile azione educativa nei confronti dei giovani, da parte della scuola e, soprattutto, delle famiglie.

Cerco, come sempre, di “squarciare” in qualche modo questo triste velo di drammaticità, offrendo a tutte le donne una poesia in omaggio.
Si tratta di un componimento poetico di mio fratello Tommaso (di cui quest’anno ricorre il trentesimo anniversario della scomparsa) ispirato alle ragazze della sua isola le quali, con le chiome al vento, percorrono veloci gli assolati sentieri di Ponza.
Silverio Lamonica

Àmbiti falcati

Sale la strada tortuosa
e discende
fra mammelle di colli
chiomate di verdi arbusti
e tu, piacevole adolescente,
in àmbiti falcati
la percorri
al ritmo di cronometro.
Fiore roseo
il volto
è senza ànsimi
nell’aureola ondeggiante
dei capelli.
Gli occhi verdazzurri
splendono vittoria
e il corpo snello
agile nel moto
appare aereo sacro
fra l’azzurro puro
del mare e del cielo
lontani. 

[Di Tommaso Lamonica (1918 – 1987) da L’isola di palma che s’inciela – Tipolito Epomeo, Forio; 1989
Premiato con diploma al Concorso Letterario Nazionale Città di Caltanissetta 1980 “Poesia e Sport”]

In condivisione con www.buongiornolatina.it

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.