Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

p-18 pa-01 foto-02 34 79 la-spianata-della-galite

Stanno solo all’inizio!

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne

.

Sang’ i Retunne – Giggi’, ma dimme ’na cosa, alle prossime elezioni a chi voti?
Giggino – Uggesù, e so’ dumande ’a fa?

SR – Devi capire che mai come quest’anno c’è un silenzio assordante: tutti quanti hanno fatto campagna elettorale fino a ieri, e mo’? …Unu silenzie. Mah!
Gg – E ciertamente. La campagna elettorale affernesce prima delle elezioni. È giust’.

SR – A me non mi pare che sia proprio così.
Gg – E po’ se stanne appreparanne p’a staggione: figurate che se ne fottene d’a politica.

SR – La staggioone? Ma quaa!? A maggio si vota e chille penzene a’ staggione? Ma che dici?
Gg’Uaglio’ e a che vuoi penza’? Tante ci stann’alloro che ce penzene.

SR – Giggi’, me faccie meravigl’i te. Qua tutto muore. Niente s’è fatto. Ci’hanno sule atterra’ e po’ ’u servizzie è completo! …e ‘alloro’ ce pensano? Ma su!
Gg – Mado’… e che palle! ’I solite critiche a schiovere. Ma tu ’a chi ’i vuo’? Lasciàmmele fatica’!

SR – Lasciamoli faticare? Ancora? Ma perché hanno faticato fin’a’mmo’? Che hanno fatto?
Gg – Uuhuuh! Paricchie ccose! Hai voglia tu. L’elenco delle cose che hanno fatto è luongo, ma non me lo ricordo. Si vuo’ ’u ddimande all’assessore, ca chille sape quase tutte cose.

SR – Scusa Giggi’, ma dimme sule ’na cos’ ’i bbuono che hanno fatto propriete alloro.
Gg – Ma tu a chi vuo’ accide stammatina!! Mamma mia! Eppo’ stanno ancora all’inizio… dance tiempe. E che cazze!

SR – Azz! All’inizio? Nun ce so’ bastate cinch’ann’?
GgCinch’anne? E come passe ’u tiempe ’ngopp’a ’stu sfaccimm’i scoglie: pareve l’autraiere.

SR – E allora?
Gg – E no! Perché i progetti ci sono tutti tutti: in cinque anni di progetti se ne so’ fatti..! Azzochè! He voglia tu: accà è tutto ’nu proggetto. Ce sta pure ’u proggetto d’u proggetto.  

SR – Ho capito… i progetti! Ma i fatti? Quando si faranno i fatti?
GgFra cinquant’anne. Ce sta tiempe… hai voglia tu. ’I che te priuoccupe, pienz’a campà. Ne parlamme tra cinquant’anne.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.