- Ponza Racconta - http://www.ponzaracconta.it -

Carnevale marino

proposto dalla Redazione

[1]

.

Dai fondali del tratto di mare compreso tra Gavi, Zannone e Palmarola (come fosse il “Triangolo delle Bermuda”) è giunto in redazione questo strambo componimento “letterario” (si fa per dire); orripilante, non per niente proviene dallo “Scorfano dei fondali” (‘U Scorfano ‘i funnale). Noi del Comitato di Redazione abbiamo esitato non poco a pubblicarlo però… in fin dei conti, è il solito “scherzo di Carnevale”…

***

Carnevale marino

Sfilano a Ponza in acque cristalline,

e noi li ammiriam con attenzione

ben mascherati i pesci, che emozione,

con belle sfumature azzurrine.

Son tanti zeri (1) in squame argentine

che seguono compunti in processione

del lago di Lemano il coregone

già guida di creature peregrine.

Nel cuor di Ponza come in un paiolo,

meduse urticanti, mica han chele,

assieme al cannolicchio renaiolo,

a seppie e polpi senza cautele

in una nube scura al vetriolo,

confusi sono in una gran babele.

È una mattanza, perciò non si fa torto

ai tonni, anguille e saraghi di porto!

 Firmato: Helicolenus dactylopterus
(‘U Scorfane ‘i funnale)

[2]

 

Nota 1:  zerretti, rotunni

N.B. “Dopo la Quaresima ‘u scorfane ‘e funnale si toglierà la maschera. Intanto provate a indovinare chi è”. Carissimi, siamo a Carnevale e… ogni scherzo vale.