- Ponza Racconta - http://www.ponzaracconta.it -

Le ‘primarie’ a Ponza?

di Biagio Vitiello
[1]

 

In una riunione tra amici – i miei amici di Punta Incenso – si è arrivati a parlare del prossimo candidato sindaco di Ponza per le prossime elezioni.

Dopo una appassionata discussione, con gli animi riscaldati da una genuina passione politica e partecipativa, si è giunti alla conclusione di come trovare una candidato-sindaco adatto a governare la nostra “complessa isola”.
Uno dei punti irrinunciabili è che sia “indigeno”, con certificato di origine controllata.
Quindi sono emerse due posizioni principali:

– bisogna assolutamente evitare che il candidato sindaco venga imposto o ‘confezionato’ da una cerchia ristretta, da un gruppo di interesse o lobby; diciamo all’uso nostrano, da “amici” (ponzesi-indigeni e non). Per ottenere ciò bisogna fare delle “primarie”.

Oppure:
– fare un programma (abbastanza sintetico, di cinque punti cardine), da proporre ai candidati sindaci; chi accetta il programma deve essere lealmente supportato.

Questo programma verrebbe sviluppato sui i seguenti temi:
1) Sviluppo e lavoro
2) Edilizia
3) Qualità della vita
4) Lotta agli sprechi
5) Protezione della residenza-vera

Successivamente svilupperò nel dettaglio i suddetti punti.

Quanto all’attuale sindaco e al suo operato – “omissis”… “omissis”… – c’è chi lo vede addirittura escluso dalla prossima competizione…

 

Immagine di copertina. Vignetta di Altan