Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-27 sbb l-10 61 casa-dei-vitiello La spugna nocciolina: Chondrilla nucula

Ponza Calcio – X Giornata di Campionato

Condividi questo articolo
a cura di Giovanni Califano
15288556_1236888466334119_8706754975679979820_o

CAMPIONATO DI II CATEGORIA 2016-2017, GIRONE M
10^ GIORNATA
Campo Sportivo Comunale, Spigno Saturnia
NUOVO REAL SPIGNO – POLISPORTIVA DIL. PONZA  1 – 5

 

Dopo aver sconfitto a domicilio lo Spinium per 3-0 e reduci da una buona serie di risultati positivi, gli uomini di Coppa affrontano il Nuovo Real Spigno di mister Ceraldi, altra compagine spignese del girone M.

Classifica e stati d’animo differenti per le due squadre: i padroni di casa vengono da due sconfitte consecutive contro le due seconde Atletico Itri e Sandonatese ed in casa hanno uno score in perfetta parità (1 vittoria, 1 pareggio e 1 sconfitta), i ponzesi , sesti in campionato, cercano la prima affermazione lontana dall’isola per rimanere agganciati al treno promozione.
Coppa ritrova Carta e Costanzo dopo un turno di riposo forzato, ma deve sempre far fronte all’emergenza offensiva, con Scipione e Cento ancora out.

Il tecnico pontino si affida dunque a Carta tra i pali, difesa a quattro con De Meo, Repele, Costanzo e Vecchione, Ferramini, Orlando e capitan Rispoli in mezzo al campo, tridente con Di Nallo, Migliaccio e Napolitano. Rispetto a domenica scorsa, dunque, tre cambi, con Vitiello A. in panchina a scopo precauzionale.
Ponza in maglia verde con pantaloncini e calzettoni neri, Nuovo Real Spigno con maglia arancione con inserti bianco-blu e calzoncini bianchi.
Arbitra Scarangella di Cassino, giunto al Comunale in forte ritardo allarmando le due squadre circa una sua eventuale assenza.
Tifosi ospiti in gran numero pronti a sostenere i propri beniamini.

Avvio shock per il Ponza: Viccarone con un destro meraviglioso dai 30 metri colpisce la traversa dopo appena 10 secondi e, rientrato in possesso della sfera, infila Carta con un piattone chirurgico dal limite. Nuovo Real Spigno avanti dopo neppure un giro d’orologio, giocatori ponzesi di sale.
Il Ponza non si scompone e, forte delle proprie qualità di palleggio, comincia a tessere la consueta rete di passaggi, costringendo gli avversari a stare tutti dietro la linea della palla.
6° minuto, punizione per il Ponza dai 20 metri, si incarica della battuta Ferramini; il suo destro è poesia e la “maledetta” va a morire nell’angolo alla sinistra di Di Nitto, ingannato dalla traiettoria impressa alla sfera dal forte centrocampista romano. Parità, 1-1 e secondo timbro in campionato per Ferramini.
Spigno alle corde e Ponza che preme sull’acceleratore.
Minuto 12, rimessa con le mani lunga direttamente in area di rigore da parte di De Meo, Migliaccio viene anticipato ma Di Nallo è al posto giusto, al momento giusto e piazza la zampata che vale il sorpasso. Ponza in vantaggio con la prima e tanto attesa rete di Carmine Di Nallo, a segno sotto lo sguardo felice dei propri genitori.
Non sazio del sorpasso effettuato, l’undici di Coppa continua la sua pressione e al 16° ci prova Orlando con un destro al volo dalla distanza che non impensierisce però Di Nitto.
E’ Migliaccio a sciupare l’occasione più nitida per il terzo gol: dopo esser stato smarcato solo davanti al portiere da un passaggio formidabile di Napolitano, il numero 7 ponzese calcia addosso all’estremo difensore in uscita bassa.
Timidamente i padroni di casa provano ad uscire dal bunker difensivo ed è ancora Viccarone a tentare dal limite una conclusione, Carta controlla che il pallone termini a lato.
Gli spignesi vendono cara la pelle e rimediano tre gialli in breve tempo; il nervosismo dei padroni di casa viene tenuto a bada con polso fermo dal direttore di gara.
Al 33° il Ponza chiude virtualmente il match: punizione di Ferramini sulla quale si avventa in terzo tempo Napolitano, palla sulla traversa; Migliaccio è appostato e in volèe sbatte violentemente la sfera in rete. Doppio vantaggio per il Ponza e quarto gol in campionato per Migliaccio, in rete anche domenica scorsa.

Ponza sul velluto, Spigno disperato.
Azione da manuale del calcio al 36°: Di Nallo fa fuori un uomo sulla linea mediana del campo e lancia senza guardare De Meo in sovrapposizione sulla fascia sinistra, appoggio centrale immediato per Rispoli che smarca dall’altra parte del campo Napolitano invitandolo solo a mettere il pallone in rete. Detto, fatto: il Ponza cala il poker, 1-4!
Terzo centro in campionato per Napolitano, terminale offensivo di un Ponza da calcio champagne.
Allo Spigno saltano i nervi e dopo una brutta entrata rimedia il giallo anche Castaldo al culmine di un primo tempo disastroso.
L’arbitro manda tutti all’intervallo con il Ponza avanti di quattro reti.

Coppa non opera sostituzioni all’intervallo e chiede ai suoi di rimanere concentrati e sul pezzo, temendo la reazione dello Spigno.
Dopo appena quindici secondi Migliaccio viene liberato da un gran traversone di Di Nallo a tu per tu con Di Nitto, ma l’aggancio è sbagliato.
Al 50° c’è gloria anche per capitan Rispoli al termine di un’altra splendida azione; Migliaccio sulla corsia destra salta un uomo, scambia con Napolitano un paio di volte, poi il bomber ponzese vede l’inserimento senza palla del “dies” che stoppa in corsa e con un pallonetto morbido come una mousse al cioccolato scavalca il portiere. Cinquina ponzese, applausi da spellarsi le mani, tifosi ponzesi in visibilio per il secondo gol in campionato del proprio capitano.
Gli isolani, in controllo, nascondono il pallone alla squadra di Celardi che raramente riesce ad organizzare una risposta. L’occasione migliore la crea dal nulla ancora Viccarone, il migliore dei suoi, ma dopo aver addomesticato bene il pallone spalle alla porta calcia malamente da buona posizione.
C’è gloria anche per Carta: bella risposta su diagonale da calcio da fermo di Viccarone.
Al 61° contropiede micidiale del Ponza ma Rispoli perde il tempo giusto per battere a rete ed eccede nel dribbling, favorendo il recupero dei difensori.
Girandola di cambi per il Ponza: fuori a stretto giro Napolitano, Costanzo e Di Nallo, dentro Vitiello F, Silverio Scotti ed Ambrosino.
All’85° la palla gol più nitida per i padroni di casa: punizione dalle retrovie, sponda aerea di Vinciguerra e il neo-entrato Lungo spara alle stelle da due passi.
Su capovolgimento di fronte, Migliaccio si lancia in velocità e salta tutti, ma l’ultimo controllo è da dimenticare ed il pallone termina comodamente tra le braccia del portiere.
C’è tempo per l’espulsione per doppia ammonizione di Vecchione, ingenuo nel fermare De Vita quando era spalle alla porta ed in posizione non pericolosa.
Per Scarangella il recupero non occorre: il Ponza sbanca Spigno per 5-1.

Il Ponza era alla prova del nove e supera brillantemente l’esame, schiantando a domicilio il malcapitato Nuovo Real Spigno. I padroni di casa sono partiti forte, fortissimo e dopo una manciata di secondi erano già in vantaggio, ma poi si è assistito ad un monologo ponzese.
Isolani padroni del campo e del gioco, la goleada è solo la conseguenza di un match condotto su ritmi insostenibili per l’undici spignese; 90 minuti di dominio assoluto.
Al di là delle reti, l’impressione è stata quella di un Ponza che nella ripresa si è addirittura contenuto, amministrando il vantaggio con maturità, senza cadere nelle provocazioni dei padroni di casa, apparsi nervosi ed estremamente fallosi. Il vile gesto di D’Alessandro che, a partita conclusa e con i ponzesi in campo a festeggiare, ha atteso Carta per colpirlo al volto è la riprova di uno stato d’animo quantomeno inquieto.
Gli uomini di Coppa, al primo successo esterno stagionale, salgono a quota 16 punti in classifica e giovedì sono attesi dalla delicata trasferta di San Lorenzo (sempre vittorioso tra le mura amiche), gara di recupero valevole per la 6^ giornata.
Vincere significherebbe secondo posto seppur in coabitazione con Atletico Itri e Sandonatese.

Tabellino dell’incontro:
NUOVO REAL SPIGNO: Di Nitto, Porchetta, Castaldo (De Falco), Pezzola (Lungo), D’Alessandro, Esposito, Viccarone, De Meo, Vinciguerra, De Vita, Migliaccio.
A disp.: Parente, Cardia.
All.: Celardi.

POLISPORTIVA DIL. PONZA: Carta, De Meo, Vecchione, Ferramini, Repele, Costanzo (dal 71° Scotti), Migliaccio, Orlando, Napolitano (dal 66° Vitiello F), Rispoli D (C), Di Nallo (dall’80° Ambrosino).
A disp.: Califano, Vitiello A, D’Apice, Aprea S.
All.: Coppa.

ARBITRO: Sig. Stefano Scarangella della sez. di Cassino.
MARCATORI: 1° Viccarone (S), 6° Ferramini, 12° Di Nallo, 33° Migliaccio, 36° Napolitano, 50° Rispoli (P).
NOTE: ammoniti Porchetta, Castaldo, De Vita, D’Alessandro (S); espulso Vecchione (P) per doppia ammonizione

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.