Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-15_19-22-39 a4-35 i-18 v4-4 12 la-galite-degli-anni-80

Calcio Ponza. IX Giornata di Campionato

Condividi questo articolo
a cura di Giovanni Califano
trepalloni
.
CAMPIONATO DI II CATEGORIA 2016-2017,
GIRONE M – IX GIORNATA
Campo Sportivo Comunale di Calacaparra, Le Forna
POLISPORTIVA DIL. PONZA –  ASD SPINIUM FC:  3 – 0
***
Reduce dal buon pareggio ottenuto contro il San Giovanni Incarico in quel di Ceprano, il Ponza torna al Calacaparra desideroso di continuare la striscia di risultati utili; un successo consentirebbe agli isolani di confermarsi nel gruppo di testa alle spalle della schiacciasassi Piedimonte San Germano.
Coppa contro lo Spinium degli ex Marciano e Pappa (assente per squalifica), deve far fronte a diverse defezioni: out infatti Carta, Costanzo, Scipione, Cento, Tescione e De Martino.
Scelte di formazione pressochè obbligate e panchina farcita di giovani canterani: Califano torna tra i pali, linea difensiva con De Meo e Vitiello A sulle corsie esterne, con la coppia Repele-Vitiello F in mezzo; Ferramini, Orlando e Rispoli D. compongono il trio di metà campo, con Di Nallo e Migliaccio a supporto del bomber Napolitano.
In panchina, accanto agli esperti Rispoli e Scotti, un classe ’94 (Vecchione), due ’99 (Salvatore Aprea e D’Apice) e ben due millennials (Ilario Aprea e Ambrosino): se non è un record, poco ci manca.
Ponza in maglia verde con pantaloncini e calzettoni neri, Spinium in completo arancio ed inserti bianco-blu.
Arbitra Perruzza di Frosinone.
I padroni di casa, di fronte ad un nutrito pubblico, partono forte, chiudendo fin dalle prime battute lo Spinium nella propria metà campo.
Napolitano viene steso ai venti metri, calcio di punizione per il Ponza al 6°. Si incarica della battuta Ferramini: tiro potente respinto malamente da Picazio, il più lesto sulla ribattuta è Orlando che di testa segna il più semplice dei gol.
Ponza subito in vantaggio con il primo centro in campionato dell’eclettico centrocampista di origine campana.
Il palleggio ponzese prova a stanare l’avversario che, dopo un avvio in apnea, tenta ed in parte riesce a prendere le misure al dinamico tridente isolano.
Nonostante ciò, gli ospiti non riescono a creare occasioni e rischiano di trovare il pareggio solo grazie ad una deviazione sotto misura di Repele sul quale Califano compie un autentico prodigio.
Al 24° ci prova di nuovo Ferramini su punizione dal limite, ma una leggera deviazione della barriera salva Picazio.
Dalla bandierina, cross teso sul quale si avventa De Meo che spiazza sufficientemente per mettere fuori tempo il portiere in uscita e per servire ancora ad Orlando un pallone da spedire solo in fondo al sacco.
Ancora Orlando, ancora da palla inattiva: 2-0 Ponza, gol numero 9 per lui in maglia giallo-verde in 46 presenze.
Passa appena un giro d’orologio e il Ponza cala il tris con un delizioso pallonetto di Migliaccio, ma l’arbitro annulla tra le vibranti proteste dello Stadium e della panchina ponzese (ne fa le spese il vice, Verbini, allontanato dal rettangolo di gioco) per offside. Chiamata arbitrale clamorosamente errata, lo Spinium si salva e resta in partita.
Azione in verticale del Ponza al 36° con Napolitano che smarca Migliaccio davanti al portiere, destro potente ma sgangherato.
Timido segnale di risveglio per gli ospiti con Cardillo che prova dalla distanza, Califano osserva il pallone perdersi fuori dal terreno del gioco.
Sullo scoccare del gong della prima frazione, scontro aereo al limite dell’area ponzese in seguito del quale rimane a terra Notaro; il ragazzo, rialzatosi sulle sue gambe, abbandona il terreno di gioco e, trasportato in ambulanza al locale poliambulatorio, viene medicato con sei punti di sutura all’arcata sopraccigliare.
Il Ponza ha un doppio vantaggio da gestire nei secondi 45 minuti. Lo Spinium prova a gettarsi in avanti, ma con poco costrutto. Tanto spazio per le tremendi ripartenze della banda Coppa.
Al 52° annullato un altro gol al Ponza, questa volta a Napolitano, reo di aver addomesticato un cross con il braccio, prima di battere a rete.
Contropiede ponzese al 55° con Ferramini protagonista: il suo cross d’esterno destro trova la deviazione del portiere che evita guai ai suoi.
Ancora di rimessa i padroni di casa con De Meo che esce palla al piede dalla propria area; clamoroso 4 vs 2 sciupato dal terzino formiano che, ingolosito dalla situazione, anzichè allargare per Di Nallo, prova a calciare dal limite: tiro ribattuto.
All’ennesimo tentativo, il Ponza trova il gol che chiude di fatto l’incontro: rinvio dal fondo sbagliato del portiere e palla a Migliaccio che si invola dalla tre quarti e con un tocco di esterno trova l’angolo più lontano. Terzo gol in questo campionato per il numero 7 ponzese a coronamento di una ottima prestazione.
Comincia la girandola dei cambi, con il ritorno in campo di Silverio Scotti dopo il brutto infortunio patito nel finale della scorsa stagione, e i debutti per Stefano ed Ilario Aprea, giovanissimi attaccanti cui mister Coppa regala l’emozione dei primi minuti tra i grandi.
Lo Spinium negli ultimi minuti non riesce ad organizzare neppure un’azione degna di nota ed il Ponza, appagato dal risultato, gestisce il pallone senza affondare ulteriormente il colpo.
Il finale dal Calacaparra: Ponza batte Spinium 3-0.
Quarto successo stagionale per il Ponza che si sbarazza dello Spinium e si conferma in un buon periodo di forma con tre vittorie e un pareggio.
Partita mai in discussione, con gli isolani subito in vantaggio ed abili nella gestione del pallone; la timida reazione spignese non ha sortito effetti e, ottenuto il doppio vantaggio, i padroni di casa si sono limitati a controllare la situazione. Nella seconda frazione, con maggiori spazi a disposizione, il tridente di Coppa ha avuto più e più occasioni per segnare ma, dopo il gol di Migliaccio (ancora una volta tra i migliori), i gialloverdi hanno alzato il piede dall’acceleratore, risparmiando qualche energia in vista dei prossimi impegni.
Bene il pacchetto arretrato, una menzione particolare per Scotti, uno dei senatori ponzesi, tornato in campo dopo l’infortunio dello scorso aprile, e per i giovanissimi debuttanti, entrati in campo con il piglio giusto e tanta intraprendenza.
Tra sette giorni il Ponza tornerà in campo contro il Nuovo Real Spigno nel tentativo di interrompere il sortilegio esterno: tre punti lontano dal Calacaparra lancerebbero definitivamente gli isolani nei piani alti della classifica.
 ***
Tabellino incontro
POLISPORTIVA DIL. PONZA: Califano, De Meo, Vitiello A., Ferramini, Repele, Vitiello F., Migliaccio (dall’84° Aprea S), Orlando, Napolitano F. (dal 72° Scotti Sil), Rispoli D. (C), Di Nallo (dall’86° Aprea I).
A disp.: Rispoli, D’Apice, Vecchione, Ambrosino.
All.: Coppa.
ASD SPINIUM FC: Picazio (Tomao), Mastantuono, Notaro (Fucci), Aceto, Marciano, Stabile (C), De Santis, Cardillo (Tuberoso), Sabatini, Iovino, De Magistris.
A disp.: –
All.: –
ARBITRO: Sig. Perruzza Pierpaolo della sez. di Frosinone
MARCATORI: 6°, 25° Orlando, 67° Migliaccio
NOTE: ammoniti Aprea S (P), Cardillo, Sabatini, Iovino, De Magistris (S)
Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.