Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-25 e-08 foto-03 53 corrida2 Cunicoli semisommersi nei pressi delle cosiddette grotte di Pilato

Per la ricorrenza dei defunti

Condividi questo articolo

di Silverio Lamonica
cimitero-cappella-e-zannone

 

Di recente Papa Francesco ha approvato la cremazione, vietando però ai fedeli di disperdere le ceneri in natura, di dividerle tra parenti e amici, di ficcarle in anelli, gioielli e ninnoli vari. Il credente deve attenersi al precetto. Chi non crede, logicamente può fare come gli pare. Per quanto mi riguarda …

Io spero che avvenga tra cent’ anni,

avendone però settantacinque …

sia cenere o polvere, che importa,

quel che sarà di questo scrigno mio.

Ma non mi va confonderlo col vento

foriero di tempeste o di procelle,

oppur nel mare in bocca alle mennelle.

Mi spiace che finisca in qualche teca

sopra i comò dei figli o in biblioteca,

oppure in un cammeo con brillante

ornando un collo in un festin   danzante.

Io voglio che riposi in santa pace

assieme a quelli dei compaesani

su a La Madonna, lì nel cimitero;

m’importa poco se in terra o in cappella:

deve restar nella mia Ponza bella!

 

Di Silverio Lamonica, in condivisione con www.buongiornolatina.it

Condividi questo articolo

1 commento per Per la ricorrenza dei defunti

  • Luisa Guarino

    Ritengo di essere credente, anche se a tante cose non credo, ma il dietrofront di Papa Francesco non mi è piaciuto per niente. Non userei mai le ceneri di qualcuno per farne un brillante, ma credo sia un diritto (peraltro acquisito da così poco tempo!) poter tenere le ceneri dei nostri cari in casa, oltre che in un piccolo angolo del cimitero. Personalmente andrei oltre: e sarei felice anche di finire “nel mare in bocca alle mennelle” come scrive simpaticamente il nostro Silverio. In fondo tutto rientrerebbe nel ciclo, grande e ininterrotto, della natura.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.