Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

gennaro-di-fazio l-09 t5-19 000086_b corrida23 Il tunnel "romano" di Chiaia di Luna con le pareti ad "opus reticutatum"

Humour ponzese

Condividi questo articolo

la Redazione

 

Oggi, sul porto di Formia, alla notizia che la corsa delle 14,30 salta, qualcuno fa finta di trovarsi da Mediaworld e sospira: “Siamo qui, bloccati sul porto di Formia, tra lo scatolone, la lavatrice e la lavastoviglie che non partono. Vento a quattro nodi, certificato dalla Capitaneria.”

Se gli stagnarielli navigassero, con questa ci andrei a Palmarola“, fa un altro indicando la lattina di Coca Cola che ha in mano.

Si chiama Agostino quindi viaggia ad agosto; se avesse dovuto viaggiare a ottobre l’avrebbero chiamato Ottobrino” commenta un terzo, indicando l’Agostino Lauro ormeggiato in porto.

 

laziomar

Insomma: Se mio nonno avesse avuto le ruote, sarebbe stato un tram.
Se Ciccillo fosse stato atto alla navigazione, se lo sarebbe tenuto la Snav.

Laziomar, se non ci fai viaggiare, almeno facce ride!

Condividi questo articolo

1 commento per Humour ponzese

  • Martina Carannante

    Così come a fine estete, nei migliori negozi ci sono i saldi di fine stagione, sul porto di Formia, ad inizio autunno, si ripropongono le stesse problematiche di ogni anno, da quando la privatizzazione è stata attuata. Ieri pomeriggio l’Agostino Lauro lasciava a terra circa 120 per avverse cause meteo-marine; tutti i presenti sconvolti si sono chiesti come fosse possibile una cosa del genere visto che arrivavano foto da Ponza con il mare calmo e i gozzi di 6 metri che uscivano a pescare a calamari. Qualcuno ha accennato: “Non è colpa del mare, è rotto un corpomorto!” A nulla è valso cercare il comandante per rimediare un “arriv-e-parti”, egli si è dato per disperso, l’unica risposta valida che ci è stata data è stata: ” a Napoli ci sono 50 nodi di Levante!” Qualcuno ha risposto: “Boom 50 nodi?! E che sta capetiando ‘u Vesuvio!?” oppure: ” Comandà noi dobbiamo andare a Ponza non a Napoli, vedi di cambiare il radar!!” Purtroppo ci si rende sempre più conto che è la società a dettare legge e non il comandate, oltre che i mezzi sono sempre meno idonei alla navigazione.
    Ieri sera il traghetto ha trasportato più di 350 persone, stamattina moltissime altre ne stanno arrivando, vedremo come andranno a finire i rientri da questo lungo ponte dei morti… Che la Laziomar ci mandi qualcosa!

Devi essere collegato per poter inserire un commento.