Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

a4-36 l-07 foto-13 k2-35 q-33 m2-9

Memo 54. Le balle

Condividi questo articolo

la Redazione

 

Questo sito le racconta.

Essi le scrivono, preferibilmente su supporto ceramico.

I muratori le attaccano.

Noi contribuenti paghiamo.

Il tempo, per alcuni, si misura in schermate. Gli articoli di Ponzaracconta provocano reazioni veementi appena compaiono, con scatti irosi di chi sostiene di non leggerci, con interventi sui social del fan club a cui ieri abbiamo dedicato il Piccolo Bestiario (leggi qui).
Le polemiche si sopiscono non appena l’articolo passa in seconda pagina, gli animi si rasserenano, tutti i problemi sono risolti nell’istante in cui lo schermo non li visualizza più.

matt1

Foto scattata il 23 febbraio 2016

‘A mattunella d’i cazzate è stata sovente in prima pagina: tra la nostra constatazione degli errori (leggi qui), sostanziali e formali, l’intervento energico di Leo Lombardi (leggi qui), le spiegazioni fornite dall’autrice Silveria Aroma (leggi qui), questa primavera siamo intervenuti più volte sul tema. Lombardi è poi stato oggetto di un serrato corteggiamento, culminato nell’ intervento al Santa Domitilla sul palco di Ponza Estate.

mat2

foto scattata il 25 ottobre 2016

Ieri, a otto mesi di distanza, all’ingresso del tunnel di Santa Maria sono stati all’opera gli operai della ditta Aprea per rimuovere pezzi della vecchia mattonella (formata da più elementi, costata, a quanto si sussurra, almeno mille euro) e sostituirli.

Per i cultori delle balle raccontate riproponiamo alcune considerazioni esposte all’epoca, la maggior parte delle quali sono rimaste senza risposta e sono pertanto ancora attuali.

L’assessore Ambrosino (in un post su Facebook) si assume la paternità dell’operazione, precisa che la redazione del testo è stata affidata a una sua amica e che l’Amministrazione Comunale nulla sapeva della vicenda. Implicitamente, l’Assessore afferma di aver pagato le spese di tasca propria (ci risulta che solo le mattonelle siano costate oltre mille euro), altrimenti l’Amministrazione non potrebbe essere all’oscuro dell’operazione; sottintende altresì che il terreno su cui è stato costruito il muretto all’ingresso del tunnel sia di sua proprietà. Probabilmente la costruzione di un muretto di circa un metro quadrato su terreno di proprietà privata non richiede autorizzazioni comunali…

Una questione che avrebbe dovuto risolversi in due battute, ammettendo gli errori peraltro marchiani, è diventata invece esemplare di una certa metodologia di lavoro. Ne sottolineiamo gli aspetti salienti.

I toni vanno dall’offensivo al vittimistico all’arrogante, il merito non viene mai sfiorato. Nel caso in esame: Ponzaracconta avrebbe fatto un uso strumentale della questione, avrebbe agito con meschineria.
Che i rilievi mossi fossero fondati diventa irrilevante, l’importante è alzare i toni, procurarsi l’applauso del fan club: “Bravo, gliene hai cantate quattro e che ce ne frega se l’acqua ai tempi dei Romani scendeva o risaliva, tanto oggi con Acqualatina stiamo all’asciutto!”

Il palco di Ponza Estate è usato per le ruffianerie.

Si confida nella memoria corta per mettere in atto una soluzione Aumm… Aumm, sostituendo la mattonella vecchia con una che, si spera, sia meno fantasiosa e più correttamente informativa.
Si spera…

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.