Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-20 h-22 vdp-03 v6-2 13 Prateria di Posidonia oceanica

Epicrisi 93. Plenilunio d’autunno, tra sogno e realtà

Condividi questo articolo

di Luisa Guarino

luna-il-mare-e-la-notte

.

La settimana arranca, almeno oltre la metà del suo corso. Sembra che l’autunno porti a rinchiudersi in sé, senza avere gran voglia di comunicare.
D’altronde, se devo giudicare da me stessa, questa stagione induce chi ama l’estate e l’associa al mare, al sole e a quell’aria che si respira solo a Ponza, a una sorta di malinconia, esistenziale e fisica. Perfino la luna, a guardarla bene proprio oggi che è al suo acme con il plenilunio, non sembra più la stessa.
Ma non sono Leopardi e nell’isola… qualcosa eppur si muove. Altroché se si muove. Anche perché, come si può leggere ne “L’albero della libertà” (4) a Ponza “tanto è stato il tempo del disinteresse”, e quindi tanto c’è da fare per recuperare.

il-tempo-perso

Tra scritti e commenti dominano soprattutto due temi: la questione Acqualatina che ogni giorno aggiunge un capitolo alla sua “storia infinita”: il recente approdo nell’isola inoltre porta Rinascita per Ponza a sollecitare una class action contro gli aumenti in bolletta davvero sgraditi.
Il secondo argomento a tenere banco si innesca con la Lettera aperta al Comitato Samip sul porto di Cala dell’Acqua, di Monia Sciarra, che tra l’altro solleva un dubbio sul progetto presentato dalla ditta Marina Cala dell’Acqua.
lunione-fa-la-forza
A dirimere la questione arrivano ben due commenti del sindaco Vigorelli, che chiarisce tempi e modi di quel piano. Ha ragione e ne prendiamo atto. Peccato non possa fare a meno di chiosare con il tono paternalistico e ironico che da sempre lo distingue: “Scendete sempre più in basso”.

Da Marina di Campo ci giunge una bella notizia, con le “Storie di naviganti” in programma ieri, e il magnifico commento: “Il mare è il posto degli uomini liberi e le isole sono le terre dove coltivare pensieri di libertà”; ma ci arriva anche la notizia più brutta della settimana: la scomparsa di Raffaele Sandolo, ponzese legatissimo alla sua isola, che tutti noi di Ponzaracconta ricordiamo con affetto e riconoscenza per le sincere espressioni e prove di stima e vicinanza. La sua morte ci fa sentire tutti un po’ più soli.

barca-al-tramonto

Nel frattempo sulla Rassegna stampa, che ogni giorno ci fa fare i conti con l’attualità, imperversano varie prese di posizione contro Acqualatina, vuoi dal capoluogo che dal resto della provincia. Si continua a parlare del caso Zannone (la più recente, proprio di ieri, peraltro informa che il Ministero ritiene che debba essere il Comune a occuparsi della pulizia dell’isolotto); dell’ordinanza che vedrà la realizzazione di un dissalatore per Ponza e Ventotene entro il 2019; della presa di posizione del sindaco Vigorelli contro i divieti imposti a livello regionale, nazionale ed europeo per i Sic (Siti di importanza comunitaria).

mappa-isole-ponziane

Tornando agli scritti “di prima mano” si presenta e ci offre la sua gradita collaborazione l’associazione ambientalista Sempre Verde/Pro Natura, presieduta in ambito provinciale da Luca Cardello; mentre il Comitato Autmare di Ischia ha indetto per venerdì scorso un’importante manifestazione per la sanità, chiamando in causa soprattutto i trasporti: un problema particolarmente sentito in tutte le isole. Gli abitanti di Ponza ne sanno qualcosa.

Al vuoto lasciato dalla fine delle esternazioni di Sang’ ‘i Retunne sul nostro sito supplisce, proprio nella giornata dedicata “all’ittico”, Gabriella Nardacci con il suo scritto, colto, profondo, attento e allo stesso tempo leggero, che ci offre una chiave di lettura gradevole e affettuosa dell’agrodolce della vita che viene fuori dalle lettura di “Venerdì pesce”, il libro in cui abbiamo raccolto oltre due anni della rubrica settimanale ospitata sul nostro sito.

venerdi-pesce

Un altro sorriso ce lo strappa proprio all’ultimo momento la nostra Martina con la sua cena di fine estate (a ottobre, complimenti!) in buona e numerosa compagnia, riallacciandosi senza volerlo alle mie considerazioni in apertura, anch’esse legate alle stagioni.
Sarà che quando sei sull’isola, volente o nolente, vivi in totale simbiosi con la natura. E lì il plenilunio… è un’altra cosa.

ponza-e-la-luna-piena

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.