Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-25-bis v7-21 l-05 de-vito 3258 tiro-della-barca-in-secco

Capra e cavoli

Condividi questo articolo

La Redazione
capra-e-cavoli

.

La pagina Facebook che pubblichiamo è davvero gustosa.
Non certo per l’attenzione che ci riserva il Sindaco: da PONZARACCONTABALLE siamo diventati PONZA RACCONTASEMPREBALLE, siamo cresciuti dunque, abbiamo fatto carriera!

noce1-bis

Cliccare per ingrandire

noce2-bis

La delegata del Sindaco, dottoressa Margherita Nocerino, chiede che qualcuno le spieghi la differenza tra Preside e DSGA. Noi proviamo a spiegarle la differenza perché è davvero inusitato che ella non la conosca, considerata la funzione che ricopre in seno all’Amministrazione Comunale; meglio sarebbe se gliela spiegasse chi le ha conferito la delega. Ancor meglio sarebbe se chi l’ha incaricata spiegasse al paese se, quando conferisce le deleghe, si accerta delle competenze dei delegati, considerata l’importanza dei settori in cui intervengono.
Ovviamente la dottoressa Nocerino è libera di ritenere che le affermazioni di Ponzaracconta siano balle dettate da notoria faziosità, frutto della imminente campagna elettorale, venate da nostalgia per l’infausto passato.

Sostiene dunque PONZARACCONTASEMPREBALLE che DSGA stia per “Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi”; per gli amici: il segretario. Il DS è invece il Dirigente Scolastico, ovvero il Preside.
Chiaro, dottoressa Nocerino? E’ possibile che gli uffici del DS e del DSGA siano sullo stesso corridoio, è possibile che le qualifiche e gli acronimi che le identificano si somiglino ma i due hanno funzioni, competenze e ruoli diversi. E’ un po’ come la bottiglia di rum e quella di vermùt: possono stare sullo stesso scaffale, avere nomi che si somigliano, con le lettere “u” e “m” in comune, ma non sono la stessa cosa, come sa bene chi ama degustare l’una o l’altra bevanda. Se il concetto non è chiaro, la dottoressa Nocerino potrà chiedere delucidazioni a chi di rum ne capisce.

liquori-molte-marche

Altra confusione la gentile Delegata l’ha fatta riguardo la reggenza del Preside e l’autonomia scolastica. Anche qui, dispiace dirlo, ha confuso capre con cavoli, rum con vermùt.
Una scuola può essere autonoma e avere un preside reggente: pare proprio che sia il caso della scuola di Ponza.
La dott.ssa Nocerino afferma: “Io ci ho lavorato e ci sto ancora lavorando, ma non è semplice. Bisogna cambiare una legge in Parlamento!!! Chiedete a me e vi sarà risposto! Sono sempre a disposizione.”
Non si capisce a cosa stia lavorando, se sul fronte autonomia o sul fronte reggenza o su entrambi.  In ogni caso, l’affermazione preoccupa non poco: quando le idee non sono chiare, quando non si conosce a sufficienza la materia, il danno minore si fa restando a riposo, magari prendendo il sole a Frontone.

Ma sapete quante volte mi hanno proposto l’alberghiero? In tutte ho sempre detto NO” si legge nel post della Delegata. E qua il discorso si complica, bisognerebbe spiegare alla dott.ssa Nocerino quali competenze abbiano il Collegio Docenti, quali il Consiglio d’Istituto, quali il Comune: è un compito troppo arduo per noi di PONZARACCONTASEMPREBALLE.

E meno male che sull’isola c’è una sola scuola, un solo preside (sia pure reggente), un solo DSGA, sicché le confusioni dovrebbero essere scongiurate!
E meno male che il Sindaco è attento alle balle altrui!

Condividi questo articolo

1 commento per Capra e cavoli

  • La delega alla scuola, che significa? Io sono insegnante per cui io potrei aspirare ad avere la delega alla scuola? Basta conoscere la differenza tra D.S e DSGA per essere sicuri di non fare danni? L’assessorato al Cultura è diverso da quello dell’Istruzione ma pensate che siano molto distanti?
    Non basta amici miei, l’amministrazione pubblica non può funzionare a compartimenti stagni: “Io mi gestisco la mia delega tu la tua. Tu non metti becco nella mia delega io non metto becco nella tua”.
    Non è così, o meglio non dovrebbe essere così, in questo modo la mano destra non sa che cosa fa la mano sinistra ed è un guaio.

    Un esempio di progettualità culturale svolto da me qualche anno fa, quando a fare il dirigente scolastico c’era Ferraiuolo e come Sindaco c’era Porzio:

    http://www.ponzaracconta.it/2011/03/24/i-problemi-di-ponza-3/

Devi essere collegato per poter inserire un commento.