Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0038-038 0043-043 ep-03 v4-1 la-galite-degli-anni-80 Spugne, briozoi e astroides

San Lorenzo, a Ponza le stelle più belle

Condividi questo articolo

di Luisa Guarino
nottesanlorenzo

.

Forse anche quest’anno l’attesa andrà delusa e le nuvole prevarranno sulla luce: bisognerà attendere stanotte per saperlo. Fatto sta che in un giorno come questo, 10 agosto, San Lorenzo, per chi non è troppo ignorante sarà difficile non rievocare le parole di Giovanni Pascoli: “San Lorenzo, io lo so perché tanto, di stelle per l’aria tranquilla, arde e cade, perché sì gran pianto, nel concavo cielo sfavilla”.
La poesia è “X agosto” e si riferisce al dramma che sconvolse Pascoli bambino e la sua famiglia, perché la notte del 10 agosto 1867 il padre, Ruggero, fu misteriosamente assassinato.

Oggi ricordando l’incipit di quella composizione nessuno di noi immagino pensi alla tragica vicenda da cui prende le mosse, e si ferma alla data e all’idea delle stelle cadenti, che ci vedono per una notte e non solo tutti con il naso all’insù a inseguire una stella che cade per esprimere un desiderio, con la convinzione/certezza che prima o poi si realizzerà.

A Ponza ci sono ancora diversi punti in cui, cercando di sfuggire a fonti di inquinamento luminoso, si può sostare, cercando magari di dribblare anche la luce della luna; tra i più a portata di mano, nel centro dell’isola, mi viene in mente il piazzale di Chiaia di Luna: ma sulla Via Panoramica o a Le Forna le occasioni e le postazioni si moltiplicheranno. Nel frattempo, aspettando questa giornata così romanticamente importante, per ieri sera erano in programma due avvenimenti mondani che mi auguro si siano svolti nel migliore dei modi e con successo.

Il primo, Front One, aveva come location la spiaggia di Frontone (non del Frontone, per carità): la prima corsa in barca in partenza dal Porto era alle 22, l’ultima da Frontone alle 3. Una seratina ci può stare. Invitante e in stile un po’ naif la locandina, in cui un San Lorenzo con tanto di graticola al seguito (quella del martirio), lievitava a mezz’aria.
Un po’ più “preoccupante” la kermesse in programma a Sant’Antonio Beach, con uno Schiuma Party. Ci auguriamo sia andato tutto bene, e soprattutto che la schiuma sia stata tenuta ben lontana dall’acqua del mare. Chi ha partecipato magari ci faccia sapere qualcosa, grazie.

In ogni caso buona Notte di San Lorenzo a tutti, con buona pace dei fratelli Taviani e del loro straordinario film. Sognare fa sempre bene, solo per una notte o anche di più: d’altronde lo sciame delle Perseidi proseguirà anche nei prossimi giorni. Potremo perciò sempre dirci: riprova, sarai più fortunato.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.