Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0009-009 0013-013 p-18-2di4 u-29 ponza-cala-feola-sottocampo-maria-avellino-moglie-di-emiliano-sandolo-e-nonna-di-raffaele-sandolo-1952 premiazione-vincenzo-onorato

Memo 52. Del viaggiatore

Condividi questo articolo

di Rita Bosso

come una barchetta in mezzo al mare

.

Sarà pur vero, come affermano gli ipercritici, che percorrere le strade di Ponza espone a sanzioni di ogni tipo; si narra che nel pomeriggio siano stati multati: Peppe per sosta vietata (si era fermato a chiacchierare sotto l’orologio), Tatore per guida di veicolo non omologato (percorreva molo Musco in infradito), Veruccio per sosta non autorizzata (si era seduto sopra il Lanternino), Concettina per esibizione di documenti non contemplati dal codice della strada (aveva esposto sul parabrezza fotocopia della ricetta della pizza rustica).
Tuttavia, se si è tenaci e si riesce a transitare abbasciebbanchine, il divertimento è assicurato.
Alla biglietteria Laziomar si legge il seguente

AVVISO

causa avaria dell’unità veloce, a seguito della triangolazione dell’altra unità veloce, i passeggeri che transiteranno con passaggio intermedio per l’altra isola (i passeggeri che da Formia diretti a Ponza transitano per Ventotene, o da Formia diretti a Ventotene transitano per Ponza, o da Ponza diretti a Formia transitano per Ventotene, o da Ventotene diretti diretti a Formia transitano per Ponza), pagheranno biglietto regolare ma potranno in seguito, entro 30 giorni, con l’invio del modulo di rimborso in società, chiedere rimborso parziale del biglietto che corrisponde alla differenza tra il prexzzo di unità veloce e il prezzo nave.

FB_IMG_1469898589195

Il contenuto dell’avviso è in perfetto accordo con il contratto di servizio stipulato tra Laziomar e Regione Lazio, vedi capitolo “triangolo ed altre figure, geometriche e di niente”, paragrafo 2 comma 3 bis.

I soliti rompiscatole su facebook esaminano altri possibili “transiti”: cosa succede al passeggero che, diretto a Palmarola, transita per Zannone? E se dovesse sbarcare a Chiaia di Luna, con tanto di cancello chiuso?

E a quello che, non accontentandosi di triangolare, preferisce il decagono, il dodecagono o peggio?
Dopo Ponza-Gavi-Palmarola-Ventotene, potrebbe fare tappa a Santorini e a Mikonos, il Mediterraneo ringraziando Dio abbonda di isole, l’unico dubbio è dover pagare la tassa di marco.
Qualcuno riferisce di un gruppo di passeggeri sulle Formiche in attesa di un aliscafo per Algeri; li avevano scaricati lì perchè erano in possesso di titolo di viaggio fotocopiato.

Sposi in bolletta incrociano le dita; se si scassa qualche unità veloce nel golfo di Napoli , le società armatrici organizzeranno un esagono Formia-Ponza-Ventotene-Ischia-Capri-Napoli e il viaggio di nozze sarà risolto al prezzo di un biglietto di unità veloce, oltretutto con possibilità di richiedere il rimborso entro trenta giorni; se a Laziomar gli gira bene, dopo sei mesi potranno perfino riavere parte dei soldi indietro.

Il saggio propone di affrontare il viaggio Santa Maria-Porto via Formia-Ventotene-La Botte-Santo Stefano: si paga il biglietto ordinario ma almeno non si ha l’incubo delle multe.

I nostalgici recitano l’inno della regia marina borbonica:

 

All’ordine Facite Ammuina:
tutti chilli che stanno a prora vann’ a poppa
e chilli che stann’ a poppa vann’ a prora:
chilli che stann’ a dritta vann’ a sinistra
e chilli che stanno a sinistra vann’ a dritta:
tutti chilli che stanno abbascio
vann’ ncoppa e chilli che stanno ncoppa
vann’ bascio passann’ tutti p’ o stesso pertuso:
chi nun tiene nient ‘ a ffa,
s’ aremeni a ‘cca e a ‘lla.

 ammuina

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.