Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-15_19-22-25 d-05 h-18 h-22 v4-12a 113

Supplica a san Silverio

Condividi questo articolo

di Rosalba Scarpati

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

San Silverio mio ’i Ponza

Protettore e nostro avvocato.

Tu ce libberi da ogni male

Da fame, da peste e guerra

Da ogni infermità, da ogni castigo ’i chesta terra

Nuie tenimm’ a vuje pe’ protettore

Per essere liberati da tanti flagelli.

 

San Silverio protettore

Ti ci assisti a tutte l’ore

Cu’ Gesù e cu’ Maria

Famme grazie san Silverio mio

Ascolta qui il recitativo, in file .mp3:

.

Mia madre Maria, nata nel 1914, recitava questa supplica nei momenti di difficoltà,

Mia madre Maria, nata nel 1914, recitava questa supplica nei momenti di difficoltà, o anche quando si scatenava un potente temporale che l’atterriva. L’aveva appresa da zia Giuditta, nata nel 1876. 
Queste date e il riferimento alla peste fanno ritenere che la supplica sia molto antica.
Al 20 luglio, giorno di festa, si addice l’inno solenne; io aggiungo anche questa supplica che esprime il naturale bisogno di protezione.
Recitandola, sento con maggiore intensità il legame con le donne del passato che, prima di me, hanno pronunciato queste parole, così semplici e così vere.

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.