Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0051-051 i-15 i-33 k2-11 t3-7a Latterini in controluce

Moria di ostriche e ‘sfunnoli’ nelle acque di Ponza

Condividi questo articolo

la Redazione
Sfunnulo o arca Noae

.

Veniamo a sapere da fonti certe (sub esperti e frequentatori abituali dei fondali dell’isola) di una morìa di ostriche e ‘sfunnoli’ (nome scient. Arca noae; nome dialettale napoletano: casciulelle) nelle acque di Ponza.

I molluschi, o meglio le loro conchiglie (le metà esterne, non aderenti allo scoglio) si trovano in quantità alla base degli scogli, più visibili al limitare con la sabbia, dove non si confondono con le alghe.

Del fenomeno, presente in varie parti dell’isola e a diverse profondità – le segnalazioni variano dai 7-8 m a 2-3 m – sono state avvisate stamane le autorità portuali e (telefonicamente) il direttore del presidio sanitario dell’isola.

Il fenomeno ha iniziato a manifestarsi circa una settimana fa e secondo gli osservatori è sicuramente successivo all’ultima mareggiata, che specie sui fondali più bassi avrebbe spazzato via gli accumuli alla base degli scogli.

Arca di Noè. Sfunnolo mimetizzato. Archivio Madonna

Arca di Noè, mimetizzato sullo scoglio. Archivio Madonna

Del fatto è stato interessato anche il prof. Madonna, biologo marino e nostro collaboratore, che effettuerà quanto prima delle immersioni ricognitive; intanto del materiale biologico (non le conchiglie) può essere messo da parte per lui conservato in congelatore (per successivi esami).

Una simile moria, per chi ricorda, si verificò anche 25-30 anni fa; in quell’occasione la genesi non fu precisamente chiarita.

ostriche

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.