Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

p-18-3-di-4 s-05 ernesto-14 6 96 13

Quando la banda passò…

Condividi questo articolo

di Silveria Aroma
Bouganvillee. Pensione Silvia

.

Era la mattina del 19 giugno di molti, molti anni fa.
La banda musicale, allora come oggi, si fermò a suonare sotto il balcone di Silvia.

Mia nonna, donna determinata e severa, non preparava cupcakes, ma ‘cacciò’ (passatemi il termine così pieno del senso dell’accoglienza di un tempo) le “nocchette” che aveva preparato, accompagnandole con bibite fresche che chiamava genericamente “aranciate”, nulla le importava dei logo delle multinazionali.

Divenne un rito, una tradizione. L’omaggio ad una donna caparbia e generosa al contempo.
L’isola in festa, la banda in sosta all’ombra del pergolato di canne di Silvia; anni e anni di affettuose note musicali…

Stamani, quando ho sentito intonare l’inno di San Silverio, sono stata tentata di tenere chiusa la persiana.
“Silvia non c’è più”, ho pensato. Un istante e null’altro.
Ho spalancato le persiane.
Lei c’è. E’ in sua figlia, nelle sue nipoti, nelle nocchette che impastiamo con cura ed offriamo con devozione al Santo e a lei.
Ho pianto, e altri con me. I vivi, quelli che vivono davvero, piangono…

Grazie di cuore alla banda che c’era e c’è, rinnovata in alcuni volti, storica in altri.

Vorrei che almeno per un giorno, San Silverio, fossimo capaci di accantonare le polemiche e la superficialità, e di sentire un po’ di più il senso vero dell’unità.

In definitiva, passeremo tutti, meglio farlo lasciando qualcosa che sappia di buono.

Buona Festa, e fate i bravi!

Condividi questo articolo

1 commento per Quando la banda passò…

  • Giovanni Conte di Silvano

    Grazie per le belle parole, per il pensiero e per la passione che mettete nell’accoglierci ogni anno a San Silverio.
    Alla notizia della scomparsa della signora Silvia – è cosi che l’ho sempre chiamata – in una prova della banda dissi “Abbiamo fatto appena in tempo a salutarla” (eravamo passati per la diana della festa di San Giuseppe; il maestro mi rispose: “Lei sarà sempre là ad aspettarci”.
    Sono tutte quelle persone come la signora Silvia, la figlia, le nipoti, che ci danno la forza di andare avanti.
    Un GRAZIE DI CUORE dalla banda musicale “Isola di Ponza”

Devi essere collegato per poter inserire un commento.