Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-10 28-07-2005-0-18-15_0000 k2-12 k2-32 e-66 fl-01

Ogni sera torno a casa con il sale sulla pelle…

Condividi questo articolo

proposto da Sandro Russo

Essere bambini al mare

 

Non potevano mancare, nella nostra antologia di brani marinari, Lucio Dalla e questa sua canzone, poco conosciuta perché forse uscita solo in singolo.
È la storia di tanta gente di mare… prima bambini, poi marinai; poi in porto ad invecchiare. Parole semplici e vere.
Anche le immagini sono molto belle; prese per la maggior parte a Trani, in Puglia …Ma sembra Ponza!

Il brano è stato annesso successivamente all’album “4 marzo e altre storie” del 1976, il primo di Lucio Dalla.

Copertina Dalla. Cristoforo Colombo

Sulla rotta di Cristoforo Colombo, di Lucio Dalla. Ascolta qui da YouTube

.

.

La mia casa era sul porto / i miei sogni in riva al mare
Diventavo marinaio / ero pronto per partire
Sulla rotta di Cristoforo Colombo / io volevo andare via
Ai confini del mio mare / per scoprire un nuovo mondo
ai confini del mio mare / e scordare casa mia…
Fu una sera di gennaio / che mio padre mi portò
Su una barca senza vela /che sapeva dove andare
A gettare la mia rete dietro il faro / poi mi disse figlio mio
Questa rete è la tua vita / manda a fondo tutti i sogni
Come un giorno ho fatto io…

Ogni sera torno a casa / con il sale sulla pelle
Ma negli occhi e nel mio cuore / ho le stelle
che potrebbero guidare / la mia nave in mare aperto
Mentre invece qui nel porto / io comincio ad invecchiare…

Ogni sera all’osteria / io racconto al mio bicchiere
di tempeste che ho incontrato / quando il cielo incontra il mare
E una notte senza stelle ho visto Dio / dentro nuvole leggere
Era ad ovest di Tahiti / anche lui è un marinaio
E a vederlo fa piacere…

Ogni giorno c’è chi parte / verso isole lontane
Ma la gente qui nel porto / è sempre uguale
Ogni sera guarda il mare / e non ha niente da dire
A pensarci sembra quasi /che lo voglia ringraziare…

[di Lucio Dalla e Edoardo De Angelis; 1972]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.