Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0041-041 h-35 v4-4 vb-23a t3-5a dramatherapy-dancing-boat

La politica del bracconiere o il bracconiere della politica?

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne

Venerdì pesce

 

Giggino – ’Ngopp’a ’stu scoglio se védene sule ciuccie e scieme: stamm’arruinate.
Sang’ ’i Retunne – Giggì, tu si’ sceme?

Gg – Sceme io? Nun me pare. Pecchè?
SR – Allora si’ ciuccie?

Gg – Cocche vot’i chesta me scordo che nun so’ bracconiere e te spare ’mmocca! …E vide tu!
SR – A sì? Tu non saresti bracconiere? Ma va’ va’!

Gg – Uggiesù, chist’è sceme: i’ mica tengo ’u cane bracco.
SR – Ah ecco! …e siccome tu non tieni un cane bracco non saresti un bracco-niere.

Gg – E cierto, io tengo ’nu setter …e pure timido.
SR – A sì? Timido?

Gg – Sì sì, tène appaura d’a ggente e ’i’llati cani. L’ha arruinato Assuntina che nunn’u fa ’sci maie, sinnò pescie ’ncopp’all’aulive d’u sìnneco.
SR – E come fa ad andare a caccia se è timido?

Gg – Lo porto a caccia quando gli altri non ci sono.
SR – Quindi a caccia chiusa?

Gg – E se capisce! Si chill’è timido, comm’aggia fa sinnò?
SR – Giggi’, ti rendi conto che questa stronzata non regge? Tu sei bracconiere e basta!

Gg – E tu si’ ciuccie! …Comme i cumpagnucci tuoie ‘Verdi’ che vènene ’a fore! …E basta! Ccà bracconiere nun ce ne stanno! E’ chiaro?
SR – Secondo me tu non conosci il significato del termine bracconiere.

Gg – E dimmello tu.
SR – I bracconieri sono coloro che non rispettano le regole venatorie.

Gg – E fammi un esempio.
SR – Un  esempio? Chi va a caccia quando è chiusa, come fai tu.

Gg – A sì? E dimmi chi è che ha deciso se è chiusa o aperta, ’a caccia?
SR – Ma perché, che importanza ha chi è stato? Se è chiusa è chiusa!

Gg – Comme pecché: è proprio isso ’u bracconiere.
SR – Addirittura? Chi decide il calendario venatorio è un bracconiere?

Gg – E certo! …è cosa ’i chiude ’a caccia proprio quanne ce stann’all’aucielle? Isso è ’u criminale, no io!
SR – Non credo proprio che tu abbia ragione! E poi con i fucili come la vogliamo mettere? Tu quanti ne hai?

Gg – Ie ne tengo più o meno otto a disposizzione.
SR – Mamma mia! …e ch’he fa’, ’a ’uerra? E sono tutti regolari?

Gg – Non lo so, non sono i miei!
SR – E di chi sono?

Gg – E che ne saccie ie? Stanne là… ponn’esse pure i tuoi..!
SR – Giggi’, ma ti rendi conto che la Legge non ammette ignoranza? I fucili senza matricola non si possono tenere.

Gg – E io non li tengo.
SR – Scusa, e come fai ad usarli?

Gg – Uno va là, li piglia, li usa e poi li rimette a posto. Mica siamo mariuoli noi!
SR – Azz! Tipo supermercato… con uso comune di un bene. Ma che siete, comunisti?

Gg – ’Uagliò, lascia sta ’a politica che cca è fuorilegge, nuie simme persone perbene e ci piace stare fuori dagli imbrogli.

Vignetta di GiulianoRossetti

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.