Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

ep-04 f-b mm gs la-galite-degli-anni-80 Immagini storiche di Ponza

Calcio Ponza. Recupero della 28^ giornata

Condividi questo articolo

a cura di Giovanni Califano
1. Blu. Palla in rete

 

Campionato di II^ categoria 2015-2016, girone M – Recupero 28^ giornata
Stadio comunale Luigi Canale, Cervaro (FR)
ASD ATLETICO CERVARO – POLISPORTIVA DIL. PONZA: 5-0

Ultima trasferta stagionale per il Ponza di De Santis, ospite della corazzata Cervaro. Mister Scagliarini e i suoi vogliono i tre punti per tornare in testa al girone M a soli 90′ dalla bandiera a scacchi e per poter tornare ad essere padroni del proprio destino.
Per il Ponza vale invece il discorso già fatto in occasione della partita di San Giovanni Incarico: poco più di un allenamento, una opportunità per coloro che hanno avuto meno chances di mettersi in mostra nell’arco del campionato.
Permane la situazione di emergenza, ma se non altro rientrano diversi elementi rispetto all’ultima gara e pertanto De Santis torna al 4-4-2: tra i pali terza presenza stagionale per B. Rispoli, Vecchione e F. Tescione sugli esterni con Marciano e De Santis al centro della difesa; le corsie laterali sono affidate a Silverio e Raffaele Vitiello, con l’inedito duo Carofano-R. Califano in cabina di regia; attacco sperimentale El Barday-Migliaccio che cede la fascia di capitano al più esperto portiere isolano.
Arbitra il signor Russo di Latina.

Avvio a spron battuto dei padroni di casa e la gara si mette subito bene per i biancoazzurri: corner dalla destra che trova Patriarca indisturbato nel cuore dell’area di rigore e colpo di testa vincente del numero 4 cervarese. Sono passati appena 240 secondi e l’Atletico Cervaro è già in vantaggio. Ennesimo gol su palla inattiva concesso dal Ponza in questa stagione.

Gli uomini di Scagliarini premono alla ricerca del raddoppio e lo trovano ancora su calcio piazzato. Minuto 14: calcio di punizione dai 25 metri affidata a Di Nallo, botta angolata sul palo del portiere e nulla da fare per B. Rispoli, ingannato anche dal forte vento.
Piove sul bagnato per il Ponza che, a stretto giro, perde anche Ra. Vitiello per infortunio; al suo posto Ambrosino, quarto gettone stagionale per il giovanissimo attaccante.
Il Cervaro, a risultato già acquisito, abbassa il ritmo, non disdegnando qualche sortita offensiva. L’imperativo è quello però di non permettere al Ponza di riaprire l’incontro.
Alla mezz’ora arriva anche il terzo gol dei padroni di casa. Pinchera dalla bandierina, la sua parabola attraversa tutta l’area di rigore e va ad insaccarsi all’altezza del palo lontano dopo il tocco dell’appostato Matrundola.
La reazione del Ponza è tutta in un acrobatico tentativo di S. Vitiello, solletico per l’inoperoso Diafani.

Al 41° l’Atletico Cervaro cala anche il poker: lancio dalle retrovie sul quale Marciano interviene goffamente di testa nel tentativo di appoggiare la palla al portiere; Pinchera si trova la sfera tra i piedi e freddamente supera B. Rispoli con un pallonetto pregevole; point, game, set, match, 4-0.
Arriva l’intervallo, una benedizione per l’undici ponzese. Il timore, piuttosto fondato, è quello di subire una sonora lezione.

Nella ripresa il leitmotiv dell’incontro non cambia, ma è il Ponza a provare timidamente qualche offensiva.
Ci prova Migliaccio col mancino da posizione defilata, il suo tiro termina largo.
S. Vitiello prova di testa a trasformare un calcio di punizione di Carofano in gol, ma l’esterno ponzese colpisce debolmente e per Diafani è ordinaria amministrazione.
Situazione pericolosa creata da R. Califano, portiere “costretto” nuovamente a giocare in mezzo al campo a causa delle assenze: Di Paolo mura la sua conclusione.
Al 74°, il Cervaro mostra la “manita”: in mischia è Parisi a violare per la quinta volta la porta ponzese.
L’ultimo sussulto dell’incontro lo regala Marciano: il suo colpo di tacco sugli sviluppi di un calcio da fermo trova Diafani attento.
Partita senza storia al Canale, stravince il Cervaro 5-0.

Il recupero della 28^ era una partita troppo importante per Scagliarini ed i suoi ragazzi; la missione è compiuta per i biancoazzurri che hanno trovato nel rimaneggiato Ponza uno sparring partner ideale.
Troppo forti i cervaresi per gli isolani, costretti a rincorrere fin dal 4° minuto e mai in partita contro la squadra più forte del campionato, abile ed anche un pizzico fortunata nello sfruttare tutti gli episodi che il match gli ha offerto. Tre gol su palla inattiva: un dato su cui riflettere per De Santis e i suoi.

L’Atletico Cervaro torna con merito in testa alla classifica ed ora gli basterà vincere tra le mura amiche domenica contro il Castrocielo, quarta forza del campionato, per fregiarsi del titolo di campione ed ottenere la promozione in prima categoria.

Per il Ponza arriva invece la sedicesima sconfitta in campionato, la terza con almeno cinque gol al passivo (le precedenti erano il 5-1 contro la San Bartolomeo e il 6-0 di Itri con i Briganti); numeri difensivi impietosi per una squadra che a salvezza ottenuta ha palesemente mollato nell’attesa della fine del campionato.

Terzultima posizione intrisa di amarezza per gli isolani, con l’ultima giornata di campionato contro il Penitro che può però dare i tre punti che vorrebbero dire top ten. Una magra consolazione in una stagione fin troppo balbettante.

Tabellino incontro
ASD ATLETICO CERVARO: Diafani, Canale Parola ©, Matrundola, Patriarca, Rotondo, Di Paolo, Pinchera, Saddò, Perlingieri, Di Nallo, Parisi.
A disp.: Marandola, Alecci, Musella, Venturini, Vendittelli.
All.: Scagliarini.

POLISPORTIVA DIL. PONZA: B. Rispoli ©, F. Tescione, Vecchione (dal 56° Sa. Scotti), Marciano, El Barday, De Santis, Migliaccio (dal 68° D’Apice), R. Califano, Ra. Vitiello (dal 24° Ambrosino), Carofano, S. Vitiello.
A disp.: Taglialatela.
All.: De Santis.

Arbitro: Signor Russo Giovanni della sezione di Latina.
Marcatori: 4° Patriarca, 15° Di Nallo, 29° Matrundola, 41° Pinchera, 75° Parisi.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.