Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

05-11-2005-19-19-41_0001 ernesto-15 pg ss13 corrida17 Idraulica antica: parte dell'acquedotto

Calcio Ponza. 27^ giornata

Condividi questo articolo

a cura di Giovanni Califano
1. Ponza-Maranola 27^ Giorn.

 

Campionato di II^ categoria 2015-2016, girone M – 27^ giornata
Campo Sportivo Cala Caparra, Le Forna, Ponza

POLISPORTIVA DIL. PONZA – ASD MARINA MARANOLA: 3-2

 

Con in tasca i tre punti assegnati dal Giudice Sportivo in seguito agli avvenimenti della gara col San Lorenzo, il Ponza scende in campo rinfrancato nel morale ma con nelle gambe ben quattro partite in due settimane. L’ultimo ostacolo prima di una settimana di “riposo” è rappresentato dal pericolante Marina Maranola, penultimo in classifica ed assetato di punti salvezza.
Il Ponza, dal canto suo, ha la possibilità di conquistare la salvezza con quattro giornate d’anticipo e di potersi regalare un finale di stagione sereno.
De Santis, rispetto allo sfortunato impegno infrasettimanale, recupera tre pezzi da 90 come Marciano, Migliaccio e F. Napolitano, ma non stravolge l’undici iniziale.
Califano torna tra i pali; a difendere la sua porta ci sono Vecchione, Marciano, Scotti ed A. Vitiello; in cabina di regia il duo Carofano-D. Rispoli, con Pappa ed Orlando sugli esterni; R. Vitiello alle spalle di Migliaccio, in campo dal 1° minuto dopo le ormai consuete noie muscolari.
Ponza in completo blu navy, Marina Maranola in maglia giallonera; arbitra Ragagnin di Latina.

L’avvio è col botto: punizione dal lato corto dell’area di rigore in favore del Ponza affidata a R. Vitiello; il cross mancino è una caramella che Orlando, appostato sul secondo palo, deve solo scartare. E’ il 5° minuto ed il Ponza è già in vantaggio!
Quinto centro in campionato per il centrocampista campano, come sempre sveglio e letale sotto porta.

Il Ponza è uno spettacolo. All’8° azione tutta in verticale con D. Rispoli che cerca e trova R. Vitiello, rapido nel lanciare Migliaccio in campo aperto; controllo e destro potente del capitano ponzese dal limite dell’area e traversa piena. L’azione non è finita perché il pallone termina tra i piedi di R. Vitiello che calcia al volo ed esalta i riflessi del giovanissimo Fusco (classe 1998), corner.
Impensabile un inizio di partita migliore per i padroni di casa, abili nel giro palla e determinati come non mai nel portare a casa il match.
Il Marina Maranola è sparring partner dei ponzesi e né Tudino né tanto meno Di Marco riescono a creare grattacapi alla difesa comandata con esperienza e tranquillità da Marciano e Scotti.
Al 26° in seguito ad azione da corner, scucchiaiata morbida di R. Vitiello per Marciano, sponda del numero 5 ponzese per Migliaccio che spara col sinistro da posizione decentrata, palla a lato all’altezza del primo palo.
Il Ponza spinge forte, ci prova anche A. Vitiello: uno-due con Migliaccio e destro dalla distanza, Fusco in due tempi dice di no ad una delle bandiere ponzesi.

Eppure, anche in una partita dominata, la buccia di banana è dietro l’angolo ed il Ponza scivola malamente. Alla mezz’ora, infatti, incomprensione tra Scotti e Califano, con questi che travolge Tudino, scaltro a mettere il piede tra il difensore in protezione ed il portiere in uscita: calcio di rigore solare e cartellino giallo per il giovane portiere ponzese.
Sul dischetto si presente Lungo, freddissimo nello spiazzare Califano e riportare in equilibrio la sfida.

Passano 53 secondi e Ragagnin indica nuovamente il dischetto del rigore, ma nell’area opposta; ingenuo fallo di Colombo su Migliaccio appena all’interno dell’area.
Dopo i due errori consecutivi di Carofano, il Ponza cambia rigorista e la responsabilità cade sulle spalle del capitano.
Migliaccio va poco per il sottile e scaglia di potenza la sfera in fondo al sacco, spiazzando Fusco. Ponza avanti 2-1 col settimo autografo su questo campionato di Giulio Migliaccio.

Il Marina opera un cambio al 37°, sostituendo il portiere Fusco con il ben più esperto Sorrentino. Il benvenuto in campo glielo dà D. Rispoli con un bel destro a giro dal limite, troppo centrale per impensierire il neo entrato.

Un minuto dopo, lo stesso D. Rispoli ci prova direttamente da calcio di punizione dai 25 metri, palla che lambisce il palo alla sinistra di Sorrentino.
Al 42° la nuvoletta fantozziana si abbatte nuovamente su Migliaccio: il suo bicipite femorale fa le bizze e De Santis è costretto a mandare in campo F. Napolitano.
Pessima notizia per il Ponza che, sulla campanella del primo tempo, perde il proprio capitano.

2.Ponza-Maranola 27^ Giorn.

L’inizio di seconda frazione è ancor più shockante della chiusura di primo tempo per i padroni di casa: superficiale palleggio sulla tre quarti da parte di Scotti che, appena prima di rinviare la palla, viene anticipato da Tudino; il numero 9 giallonero si invola verso la porta e appena in area lascia partire un destro fulmineo che trafigge Califano. Nuovo pareggio del Marina Maranola e ancora tutto da rifare per il Ponza.

La tranquillità del primo tempo lascia spazio all’ansia e alla frenesia, il Ponza perde le giuste distanze tra i reparti, le squadre si allungano e ne giova lo spettacolo.
Su azione di rimessa, R. Vitiello riceve palla al limite dell’area e prova col sinistro, tiro sgangherato che termina ampiamente a lato.
Brutto scontro di gioco tra Scotti e Tudino, col difensore ponzese che ha la peggio. Il colpo al ginocchio sinistro è troppo forte e De Santis ricorre al secondo cambio obbligato di giornata: dentro F. Tescione al 62°.
Minuto 66: palla dalla destra di D. Rispoli verso il cuore dell’area, velo intelligente di F. Napolitano che smarca R. Vitiello, sinistro ad incrociare chirurgico e Ponza ancora una volta in vantaggio, 3-2. Esplode di gioia il Cala Caparra per il terzo gol stagionale di R. Vitiello, vero mattatore del match.

Prova la reazione il Marina Maranola ed è Castaldo ad avere la palla buona, ma il suo colpo di testa su azione da corner è, di fatto, un passaggio per Califano.
Ultimo cambio per entrambe le squadre: dentro Landino per gli ospiti, S. Vitiello per il Ponza.
Innocua punizione da centrocampo di Carofano che con una traiettoria beffarda fa scorrere un brivido lungo la schiena di Sorrentino, scavalcato dal pallone: a lato di un soffio.
Gli uomini di Merola tentano il tutto per tutto nel finale, ma si espongono al contropiede ponzese. La palla buona capita all’89° a F. Napolitano, ma è sensazionale la copertura disperata di Colombo.

Non c’è più tempo per Ragagnin: il Ponza vince 3-2 ed ottiene la matematica salvezza in virtù dei suoi 29 punti. Si fa disperata invece la situazione del Marina Maranola, lontano 8 punti dal terzultimo posto che vale la salvezza, con sole tre giornate da disputare.

Successo meritato degli uomini di De Santis, fin troppo sofferto, a dire il vero, contro un avversario tutt’altro che irresistibile.
Un paio di sbavature potevano costare caro ai ponzesi, semplicemente sublimi nel primo tempo, un po’ troppo frenetici nella ripresa. Risultato in discussione fino al 94°, ma qualità di gioco totalmente contrapposte: ottimo palleggio ed occasioni a raffica per i gialloverdi, grosse difficoltà e tanta sofferenza per i maranolesi, furbi e fortunati in occasione delle due segnature.
Sugli scudi R. Vitiello, match winner con il suo splendido sinistro ad incrociare che ha lasciato di sale Sorrentino e con l’assist per Orlando, A. Vitiello e D. Rispoli, bandiere senza età di un Ponza che con rinnovata fiducia guarda al futuro senza paura.

Anche se il futuro più immediato ha il nome dell’Atletico Cervaro, capoclassifica del girone M con 64 punti: tra sette giorni l’appuntamento è al Luigi Canale per un’impresa che avrebbe dello straordinario.

3.Ponza-Maranola 27^ Giorn.

Tabellino incontro:

POLISPORTIVA DIL. PONZA: Califano, A. Vitiello, Vecchione (dall’82° S. Vitiello), Si. Scotti (dal 62° F. Tescione), Marciano, Carofano, Migliaccio C. (dal 42° F. Napolitano), Pappa, Orlando, D. Rispoli, R. Vitiello.
A disp.: Taglialatela, D’Apice, Sa. Scotti, Ambrosino.
All.: De Santis.

ASD MARINA MARANOLA: Fusco (dal 37° Sorrentino), Lungo, Pingue, Simeone C., Colombo, Castaldo, Apostol, D’Adamo (dal 75° Landino), Tudino, Attardo, Di Marco.
All.: Merola.

Arbitro: Sig. Ragagnin Andrea della sezione di Latina.
Marcatori: 5° Orlando (P), 32° Lungo (rig.)(M), 33° Migliaccio (rig.)(P), 46° Tudino (M), 66° R. Vitiello (P).
Note: Ammoniti D. Rispoli, F. Napolitano (P), Colombo, Attardo (M). 

4.Ponza-Maranola 27^ Giorn.
I risultati della 27^ giornata:

Atl. Cervaro – San Giovanni Incarico 6-0

ASD Castrocielo – Real Piedimonte SG 3-4

Esperia ASD – Real Maranola 3000 4-0

Mistral ASD – I Briganti 3-1

AS Penitro – Pro Calcio San Giorgio 3-1

Polisportiva Dil. Ponza – ASD Marina Maranola 3-2

SS San Lorenzo – Nuova San Bartolomeo 4-4

Vis Ceprano – Spinium FC 8-0

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.