Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

l-03 60 foto-antiche-1-1 corrida22 giovanni-darco-1973 L'ingresso pricipale delle grotte di Pilato presso il porto

Anche Rita Aversano, una delle ultime donne di Palmarola, ci ha lasciato

Condividi questo articolo

La Redazione

Rita-Aversano-e-Silveria-.OK_-300x225[1]

(Rita, seduta con una mano appoggiata al bastone,  e Silveria Aversano)

Si è spenta ieri sera serenamente nella sua casa di sopra Giancos Rita Aversano, classe 1922, una delle ultime donne di Palmarola di cui ci ha raccontato Mimma Califano agli inizi della storia di questo sito (leggi qui).
Poco più di un anno fa ci aveva lasciato Veruccella (Silveria) Aversano, altra epica donna che con Rita aveva condiviso la durezza della vita che si conduceva a Palmarola nel secolo scorso.
Rita raggiunge il marito, Antonio Migliaccio, andato via appena la scorsa settimana.

Alla famiglia e a tutti i parenti le condoglianze della Redazione di Ponzaracconta.

Annunci funerari A. Migliaccio-R. Aversano

Un altro di quei casi non rari in cui la morte di un coniuge è seguita a breve lasso di tempo dalla scomparsa dell’altro.

Condividi questo articolo

2 commenti per Anche Rita Aversano, una delle ultime donne di Palmarola, ci ha lasciato

  • La Redazione

    Un altro di quei casi non rari in cui la morte di un coniuge è seguita a breve lasso di tempo dalla scomparsa dell’altro.
    Le due locandine appaiate

  • Mimma Califano

    Mi è stato raccontato da una persona anziana che in casi come questi – la scomparsa di entrambi i coniugi nel giro di pochi giorni – si diceva: “Hann’ stutàt’ anziéme ‘a cannéla!”.
    Tradizione antica era che se la prima notte di nozze i novelli sposi avessero scelto di spegnere insieme la luce – o meglio la candela – si promettevano di non voler sopravvivere alla scomparsa dell’altro.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.