Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0025-025 ep-01 i-13 u-10 isi-02 la-galite

La festa di San Giuseppe

Condividi questo articolo

di Silverio Lamonica
image

 

Santa Maria è la ridente frazione di Ponza dove sono nato, in una casetta con le volte a cupola in Via “Pezze”, a ridosso della strada provinciale per Le Forna, quasi di fronte all’attuale edificio scolastico e dove ho trascorso l’infanzia.
Al “borgo natio” sono perciò legati alcuni dei miei ricordi più belli, in particolare la festa di San Giuseppe con la processione, la banda musicale, i botti, le bancarelle e, non ultimo, ’u concertino abbascio a’ Loggia. ’A Loggia, per i pochi che lo ignorano, è il primo tratto di strada che dalla via provinciale conduce alla chiesetta del villaggio, dove di solito viene (o veniva) allestito il palco, su cui si esibiscono i cantanti e un’orchestrina nella “sera del dì di festa”.

Ed ora, di fronte alla comoda poltrona dell’amico Franco, accomodiamoci pure sul mio, spero non meno confortevole sofà, mentre rievoco con nostalgia questo ricordo d’infanzia:

image

A San Giuseppe

A San Giuseppe me ne iéve ogni anne,
(però quann’ero appena ’nu ’uaglione)
vicin’ a’ bancarella d’ u tterrone
ca Minicuccio llà menava ’u bbanne.

E tutt’ i mamme: nun facite danne!
Diceveno, trasùt’ ’a prucessione,
a nuie ca nun perdevem’ occasione
a ffa’ i spadaccine cu’ ddoie canne.

Po’ a’ sera, era tutt’ ’nu festino:
guardaveme i pazzièlle d’i criature,
senteveme ’u cantant’ e ’u cuncertino;

ce steve pure chi, senza paure
saglieve ’ncopp ’u palco, fatto a vino …
e abbasci’ a’ Loggia: unu zùrre zùrre!     

S. Giuseppe in processione

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.