Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-15 l-04 v8-7a t5-21 ponza-cala-feola-sottocampo-maria-avellino-moglie-di-emiliano-sandolo-e-nonna-di-raffaele-sandolo-1952 49

Ponza: una casa come memoria di una comunità

Condividi questo articolo

di Sandro Vitiello

 

Nei giorni scorsi ero a Ponza – san Silverio a Le Forna è un piacevole obbligo – e ho avuto modo di verificare che ci sono ancora tante belle cose da scoprire sulla nostra isola.
Ad esempio, nei miei giri tra vigne e cantine, ho avuto il piacere di essere ospite in un’abitazione a Cala Feola che può essere considerata un piccolo museo.

La camera da letto "anni trenta"

La camera da letto “anni trenta”

La casa è perfettamente conservata nella sua parte esterna ma la cosa più sorprendente è che anche la parte interna ha gli arredi e gli oggetti di almeno 80-90 anni fa.
Stupisce la cucina con un forno ancora perfettamente funzionante così come è stato conservato – sempre in cucina – un piccolo soppalco dove dormivano i bambini.
Così stavano più al caldo nella stagione fredda.

La cucina con soppalco

La cucina con soppalco

09

Il forno

La camera da letto, tolto il pavimento che è stato rifatto, conserva gli arredi e gli oggetti fermi al tempo in cui i genitori di chi vi abita adesso si erano sposati.
Come le campane con le statue dei santi dentro.

La campana di vetro con Gesù bambino

La campana di vetro con Gesù bambino

05
Mi raccontavano che venivano portate in dote dalla sposa e che eravo appartenute probabilmente alla nonna di questa.
Sempre in camera da letto c’è ancora uno spazio scavato nel muro dove fanno bella mostra gli oggetti più belli appartenuti agli sposi.
Il servizio di bicchieri, regalo di matrimonio, i piatti da usare solo nelle feste importanti e un servizio di tazze con le immagini di santi, più recente.

08

Il servizio “buono” dei bicchieri

La cantina poi, pur avendo avuto tutte le attenzioni in termini di pulizia, ha conservato i palmenti per la pigiatura e la fermentazione del vino.

02

I palmenti per la pigiatura del vino

03

Insomma un piccolo museo di storia locale ben custodito che racconta anche della sensibilità di chi ha vissuto in quella casa.
Una certa idea di modernità ci fa perdere la possibilità di vedere quanto di bello ci possa essere anche nelle cose che fanno parte della nostra vita quotidiana.
Ultimo dettaglio: la vigna intorno all’abitazione è curata con tutte le attenzioni possibili.
Abbiamo assaggiato anche dei buoni vini.

Limoni tra i vigneti

Limoni tra i vigneti

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.