Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

seb ss-21 v3-12a v2-r sl372267 Idraulica antica: fosso di regolarizzazione

Incarico di grande prestigio al contrammiraglio Salvatore Vitiello

Condividi questo articolo

di Raffaele Sandolo

foto 3

.

La notizia passataci, in anteprima nazionale, dal giornalista nostro collaboratore, Sergio Monforte (leggi qui) è di qualche giorno fa.
Con orgoglio l’abbiamo riportata sul nostro sito viste le origini ponzesi del contrammiraglio.
Ci perviene oggi e volentieri pubblichiamo questa nota, corredata di alcune foto,  in cui Raffele Sandolo ricorda le origini di Salvatore Vitiello, la famiglia e l’infanzia legata a Campo nell’Elba, suo paese natìo.
La Redazione

 ***

Salvatore Vitiello, nato a Campo nell’Elba l’1 settembre 1962 e attualmente eminente contrammiraglio, in questi giorni è stato no minato comandante dell’operazione aeronavale “Mare sicuro” della Marina Militare Italiana impegnata nelle Mediterraneo, e in particolare nell’area antistante le coste della Libia, a salvaguardia degli interessi italiani e per la sicurezza del traffico marino. La posizione è di alto prestigio e l’Ammiraglio Filippo Maria Foffi, nel suo saluto alla Squadra Navale, ha voluto sottolinearne la grande importanza:

“Oggi è un giorno importante per le responsabilità del Terzo Gruppo Navale e quelle del comando in mare della missione Mare Sicuro ed è anche l’occasione per ribadire il costante impegno e la responsabilità delle unità navali, nonché di una crescente consapevolezza nel nostro Paese che la Marina Militare c’è, esiste, serve, è valida ed è motivo di orgoglio per la nostra popolazione”.

Salvatore è di origine ponzese ed ha vissuto la sua età giovanile frequentando le scuole nel suo paese natale. La sua famiglia è presente all’Elba sin dagli anni ’50 e si è sempre distinta per laboriosità, serietà e onestà.

La notizia si è diffusa velocemente all’ Elba e a Ponza colmando gli animi di gioia e soddisfazione.

Molti campesi ricordano Salvatore quando, ancora ragazzo, andava a pescare con il padre Giuseppe e il nonno Stefano Vitiello conosciuto come Stefano di Ciccariello. I ponzesi di Le Forna (Calacaparra) rammentano le sue visite ai nonni e la sua presenza per le feste di San Silverio.

foto 1

foto 2

Conoscenti e amici campesi e ponzesi si sentono orgogliosi di lui e convinti che, con le sue capacità, professionalità, esperienza e senso di responsabilità, saprà affermarsi nel raggiungimento degli obiettivi conseguenti al nuovo incarico.

foto 4

A Salvatore e alla sua famiglia vanno i migliori auspici.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.