Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0040-040 f4-2 k2-28 v8-10a ss08 tiro-della-barca-in-secco

Nostalgia

Condividi questo articolo

di Silverio Lamonica

 

Seguo con attenzione ed interesse il dibattito, a volte acceso, sui ponzesi che lasciano l’isola rendendola sempre più deserta.
Per svariate esigenze tanti si allontanano dall’amato “scoglio” e soggiornano in “continente” per alcuni mesi dell’anno (ed io fra questi).
Però in tanti avvertiamo sempre viva in noi “la ponzesità” e mai ci stanchiamo di incontrarci nelle varie piazze e vie di Ponza, sia pure “virtuali”: da facebook a twitter, da “Cala Felci” a “Ponza Racconta” fino a “skype”: “…u saluto e ’a polemica mai ce ‘scaippe’” (parafrasando un po’ il simpatico Renzo Arbore di cui sono un accanito fan).

Qualcuno si meravigliava che questo sito stia per compiere cinque anni; il segreto, secondo me, sta proprio qui: nell’isola o lontani da essa tutti ci sentiamo “ponzesi fino al midollo”, mai stancandoci di condividere gioie e dolori, le opinioni più svariate, le simpatie e, perché no, le antipatie, grazie a questa enorme platea virtuale che, paradossalmente, non si stanca di immergerci nei confini ristretti della nostra cara Ponza. Anche io ne do una modesta testimonianza con il sonetto che segue.

 

Ponza

 

Lontan da te, da qualche settimana,

avverto una immensa nostalgia.

Rivedo con sgomento quella scia

dietro la nave, sempre più lontana.

Non smetto di osservare la fiumana

d’immagini di Ponza, in casa mia,

che bucano lo schermo, che magia:

beato annuso l’aria paesana.

Un grazie a Lino pei magici tramonti,

romantici i notturni di Rossano,

le storie vecchie e nuove e i bei racconti

dal “Sito Ponza” ti prendono per mano.

Con foto suggestive, in fin dei conti,

il buon Giovanni non ti tien lontano.

 

N.B. “Sito Ponza” sta per “Ponza Racconta”.

 

A tutti un cordiale “Ciao” e un caloroso “Mi piace” o “I like” (per i nostri carissimi parenti e compaesani all’estero, mai dimenticati) dal sempre vostro
Silverio

Lino.1

Un magico tramonto di Lino

Rossano.2

Un romantico notturno di Rossano

Bascio Mamozio. Archivio Pacifico

Una suggestiva foto di Giovanni

Condividi questo articolo

2 commenti per Nostalgia

  • Adriano Madonna

    Il sonetto di Silverio Lamonica sulla nostalgia che ghermisce il ponzese lontano dalla sua isola è di suggestiva realtà ed eleganza. Mi riporta alla mente la saudade portoghese, definita come “la felicità di essere tristi”.
    Silverio, se vuoi farci un regalo, a tutti noi che in qualche modo e per motivi diversi siamo legati all’amato scoglio, scrivici ancora di queste cose.
    Tu fai parlare il cuore e oggi non capita tanto spesso di trovare persone con la tua impareggiabile sensibilità.

  • franco schiano

    Silvè,
    ‘a ponzesità a cuolle nun se po’ luvà
    è inutile che lave e che strufine
    ‘cca chiù forte varracchina
    essa sta sempe ccà, mai te lasciarrà.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.