Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-21 l-12 m3-7a 22 99a casa-di-giuditta-e-filippo-vitiello

Auguri dal Mozambico

Condividi questo articolo

di Giovanni Hausmann

disimpantanati

 

Riceviamo con piacere e sorpresa gli Auguri di Giovanni e Mariolina – fornesi onorari – insieme ad una bella serie di foto dal loro più recente viaggio in Mozambico; paese così remoto e poco conosciuto che abbiamo aggiunto qualche notizia al riguardo in fondo all’articolo (a cura della Redazione).
Ringraziamo e ricambiamo il pensiero e gli Auguri.

kruger

Auguri per le prossime feste – Buon Natale e Buon Anno

Vi mando le più belle foto del Mozambico che dovete andare a visitare prima che il gas scoperto nelle Quirimbas distrugga definitivamente l’ambiente naturale e sociale.

Auguri ancora a tutti!
Giovanni Hausmann & Mariolina Fenicia

oceano indianoOceano Indiano

villa al mareVilla al mare

stabilimento balneareStabilimento balneare

superstradaSuperstrada

a pesca cosìA pesca così…

abbeverataAbbeverata

nihala Nihala

piccoloPiccolo

albaAlba

a granchiA granchi…

naufragioNaufragio

Mozambique_(orthographic_projection)

Mozambique. Google Map

Google map del Mozambico e paesi limitrofi. Il segnalatore indica la posizione dell’arcipelago delle isole Quirimbas (Isole Fortunate), nominate da Giovanni, molto vicine alla costa del Mozambico


Il Mozambico (in portoghese Moçambique) è uno Stato dell’Africa Orientale. Ha una popolazione di circa 25,2 milioni di abitanti e una superficie di 801 590 km². La capitale è Maputo. Il Mozambico è un’ex-colonia portoghese, indipendente dal 1975.
Confina a nord con la Tanzania, il Malawi e lo Zambia, a est con il Canale di Mozambico (che lo divide dal Madagascar), a sud con il Sudafrica e a ovest con lo Zimbabwe e lo Swaziland.
Il Mozambico è un paese in via di sviluppo e circa la metà della popolazione vive in povertà assoluta.

Dopo la seconda guerra mondiale, nel periodo della decolonizzazione, i gruppi indipendentisti del Mozambico si coalizzarono nel movimento armato FRELIMO (Fronte di Liberazione del Mozambico), che dopo dieci anni di guerriglia con il potere coloniale portò il paese all’indipendenza nel 1975.

Sotto la presidenza di Samora Machel, leader del FRELIMO, il paese si allineò politicamente all’Unione Sovietica, dando luogo a un’economia socialista e appoggiando politicamente gli altri movimenti indipendentisti dell’area, come l’African National Congress sudafricano. La collocazione politica del Mozambico costò al paese l’ostilità dei governi bianchi di Sudafrica e Rhodesia e degli Stati Uniti. Questi paesi furono fra i principali finanziatori del RENAMO, un movimento armato anti-comunista che negli anni ottanta trascinò il Mozambico in una guerra civile che ebbe conseguenze umane ed economiche disastrose.

Nel 1991 FRELIMO e RENAMO firmarono gli accordi di pace di Roma, definendo congiuntamente una nuova costituzione di stampo multi-partitico. Nelle elezioni libere tenute negli anni successivi, il FRELIMO si confermò sempre primo partito dal Mozambico.

Passata l’epoca della Guerra fredda, tuttavia, il FRELIMO ha ribaltato completamente la propria linea politica in senso decisamente liberale. In politica estera ha intessuto solide alleanze con Stati Uniti, Gran Bretagna e Portogallo. Nel 1995 il paese ha spontaneamente deciso di entrare nel Commonwealth. Il Mozambico è il primo paese non facente parte dell’Impero Britannico che accede a questa organizzazione [Scheda ripresa e sintetizzata da Wikipedia]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.