Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-08-11_13-58-41 k2-28 wp lamonica-02 il-grottone Astroides calycularis

Estranei in casa propria

Condividi questo articolo

di Adriano Madonna
Lithophillum lichenoides. A red alga

 

Ieri ho ricevuto la rivista scientifica “Journal of Biodiversity & Endangered Species”, che ha pubblicato un articolo sulle macroalghe (vedi allegato in file .pdf) a firma mia e di una équipe di biologi dell’Università di Kuala Terrenganu, in Malesia.
Il mio contributo è stato molto gradito, tant’è che sono stato invitato a recarmi in Malesia (Isis permettendo), ospite della stessa università, per continuare le mie ricerche sugli ecosistemi di quelle acque.
Di contro, vengo a sapere che a Ponza (praticamente dietro casa mia) è stato organizzato il convegno “Per la pesca artigianale e la conservazione del Mediterraneo”, a cui non sono stato neppure invitato.
Questo è quanto.

 

Allegato .pdf della prima pagina del lavoro scientifico che consta di complessive 6 pagine in inglese: Journal of Biodiversity & Endangered Species. AA.VV. Macro Algae… First page

 

Immagine di copertina. Lithophillum lichenoides: un’alga rossa citata anche nell’articolo

 

Dott. Adriano Madonna
Biologo Marino
EClab Laboratorio di Endocrinologia Comparata
Dipartimento di Biologia
Università degli Studi di Napoli “Federico II”

Condividi questo articolo

7 commenti per Estranei in casa propria

  • Biagio Vitiello

    Carissimo Professore,
    tu scrivi troppo su Ponzaracconta, che è invisa a questa amministrazione comunale, e quindi non potrai mai essere invitato… Fattene una ragione!
    Ti faccio sapere che io ebbi “l’ardire” di dire in pubblico consesso (nel ristorante Angelino), prima delle elezioni, che un sindaco “forestiero” non l’avrei mai votato.
    Per questo pago ancora le conseguenze… e ‘naturalmente’ non sono invitato alle iniziative a “tematica medica” di questa amministrazione.
    Li perdono, ma non spegnerò il ricordo…

  • Silverio Guarino

    Nemo propheta in Ponza…

    Caro Adriano, andiamo avanti con il nostro Progetto Calypso e
    complimenti vivissimi per la prestigiosa pubblicazione che fa onore a te e a chi ti vuole bene.
    Con affetto e stima.
    Silverio Guarino

  • Adriano Madonna

    Egregio Signor Vitiello,

    leggo il suo commento a “Estranei in casa” e ci tengo a precisare che le mie lagnanze non sono rivolte contro il Comune di Ponza e la sua amministrazione, poiché, sinceramente, non so chi abbia organizzato il convegno. Mi dolgo del fatto che gli organizzatori (ripeto, non so chi siano) non si siano ricordati di una persona che per diletto e per professione frequenta Ponza da una vita, ritenendo il suo mare un formidabile “laboratorio di biologia marina”. Ci tengo a precisare e a sottolineare quanto ho scritto.

    Saluti a tutti da Adriano Madonna

  • Professore se lei non conosce gli organizzatori chi pensa che la doveva invitare?

  • Adriano Madonna

    Rispondo a Vincenzo (qual è il cognome di Vincenzo?)

    Egregio signor Vincenzo, lei mi chiede chi, secondo me, non conoscendo gli organizzatori, avrebbe dovuto invitarmi. Di certo gli organizzatori, anche se non so chi essi siano.

  • Adriano Madonna

    Vengo a conoscenza che il convegno è stato organizzato dalla Ecosafimed, sigla che credevo fosse quella dello stesso convegno. Quindi, per rispondere ancora al signor Vincenzo, l’invito sarebbe dovuto venire da questa Ecosafimed. In ogni caso, basta! Questa cosa ha assunto una piega sgradevolissima, perché ci sono stati dei risvolti che non voglio e non posso raccontare. Tutto ciò è stato talmente sgradevole che mi è passata anche la voglia di ritornare a Ponza. Almeno per adesso.

  • la Redazione

    Sulla vicenda dell’omesso invito intuiamo dalle parole del professore che questa cosa ha avuto dei risvolti che non doveva avere.
    Ne esce mortificato l’interesse per la cultura. Nel manifestare al professor Madonna il nostro rammarico e la nostra solidarietà ci auguriamo che quanto accaduto non pregiudichi il rapporto con Ponzaracconta e con i tanti lettori che lo stimano e lo seguono.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.