Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

f-ab lamonica-01 polina-1921 47 15 Idraulica antica: galleria drenante

Soggetto pericoloso

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne
Camicia_di_forza

 

Sang’ ’i Retunne  – Giggi’ hai saputo com’è andata a finire la faccenda giudiziaria che ci aveva sputtanati in cielo, in terra ed in ogni luogo?
Giggino – Azz no? Che se so’ sbagliati! Bella rrobba!

SR – E lo dici così? Sembra quasi che ti dispiaccia.
Gg – Io nun sule nun l’avesse fatt’ veni’ ccà, ma l’avess’ lasciato ’n’galera. È ’nu soggetto periculoso.

SR – Ma che cazzo dici? Chi lo ha liberato ne capirà più di te o no? E’ facile sparare su chi è caduto in disgrazia; t’è piaciuto dare giudizi prima dei processi e lavarti la bocca senza sapere i fatti come stanno? …E mò?
Gg – Sient’a mme… ie nun aggie studiato e nun ce caparraggie niente ’i legge, ma accanòsc’ buone cca ’i ccose come vanno. È chiaro?

SR – E sentiamo! Come vanno?
Gg – Ma dich’ie: cu’ uno ch’è stato ’ncopp’u comune pe’ tant’anni e che nun è riusciuto a se fotte manche ’n’euro, nuie che speranza putéveme ave’?

SR – Madonna Giggi’, ma con questo che vorresti dire?
Gg – E pensare che ìe ci’aveve date pur’u vote mie! Vatt’a fida’…! Che razza ’i’ncapace.

SR – Incapace di cosa? Di rubare?
Gg – Ma pecché… tu tieni speranza ’i fa’ cocche cusarella ahumm ahumm cu’ uno ca nunn’è cazz’i se fotte manche ’nu cafè?  Ma va va!

SR –  Certo che hai un’idea tutta tua della politica… Lasciamo perdere che è meglio!
Gg – Sient’amme, ccà ’a pulitica nun c’entra propiete niente: he capito? Ccà nuie simme abbandunate ’a tuttu quante e ci’avimma fa i cazz’ nuoste: ’nu poco a te e ’nu poco a me….. zittu, zittu… ie faccie e te  faccie fa’… e nisciuno se piglia collera. Capisci’a mme!

SR
– Quindi, secondo te, qua un amministratore tanto è più capace quanto più riesce a sgraffignare per sé e per i suoi?
Gg – Eccierto! ’I che scuperta! Sinnò che teness’ ’a i’ a ffa ’lla ’ngoppa?  L’eroe? ’U sparapose?  ’U sbruffone? A se mett’a fascia a tracolla pe’ fa’ ’i precessioni? Bella rrobba!  Ccà  hamma  faticàaaa!

SR
– Ma dimmi tu che cazz’i mentalità.
Gg – E menumale ca i giudici l’hanno sbruvugnato quant’è fesso, accussì mò sapimme tuttu quante a che razza ’i suggetto hamme dato ’a fiducia nosta.

SR – Diciamo che ho capito perché secondo te non è la persona adatta per fare l’amministratore qua, però non ho capito perché secondo te sarebbe un “soggetto pericoloso”.
Gg – Ca tu nu capisci certi ccose nun è colpa toia: il problema tuoie è ’i fabbrica. E perciò mò t’u spieghe…

SR – Ti ringrazio. Tu sì che sei un amico.
Gg – E’ ’nu pericule pecché ce sta ’u rischio ca chisti ccà nun venene cchiù rieletti e nuie arrumanimme for’a ccà e for’a  llà, cu’ ’na man’ annanz’ e ’n’at’arète: e chesta fosse ’na disgrazzia grossa assaie!
I’ ’u mannasse a Zannone. Là se ne stesse buono; fosse sicuro ca nun fa chiù danni… e nuie putesseme turna’ ’u bar!
Chest’è!

Venerdì pesce

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.